BIBLIOCALCIO – I consigli per un’ottima lettura sportiva #44

Bibliocalcio, consigli per un'ottima lettura sportiva

Tema della settimana:

“Tutto Premier League. Storia, aneddoti e numeri del campionato più sfarzoso del mondo” di Angelo Tuttobene, Urbone Publishing (2019)

È appena ripartita la trentesima edizione della Premier League, il campionato inglese che da diversi anni a questa parte è diventato il palcoscenico calcistico più bello e sfarzoso nel mondo. Angelo Tuttobene ripercorre le intricate vicende che portarono alla nascita di quello che ormai è diventato “il” modello di governance calcistica. Lo spettacolo che offre la Premier League infatti attira di anno in anno tifosi da ogni angolo del pianeta e di conseguenza sponsor e media con buona pace del romanticismo di una volta, quello legato al tifo di quartiere, alle terraces, ecc. Nel volume è possibile trovare anche informazioni a carattere storico-statistico, i record i giocatori che hanno lasciato un segno nel torneo e così via. Inutile dire che il libro soddisfa appieno le esigenze e le curiosità di chi ama il calcio inglese.

Ultima uscita:

“Dal cortile al Mundial. Storia di una passione” di Giuseppe Tassi, Minerva (2022)

Fabrizio Tassi è un pluripremiato giornalista bolognese che ha mosso i primi passi nel mondo del giornalismo sportivo a partire dai suoi diciotto anni, lui che oggi ne ha sessantasei ha deciso di raccontare il suo lungo percorso lavorativo: oltre quarant’anni di avvenimenti sportivi seguiti in prima linea. Ne è venuto fuori un libro che parla soprattutto di un amore e di una passione, quella per il mestiere del giornalista. Sullo sfondo le vicende sportive più entusiasmanti della storia italiana, dallo spareggio scudetto tra il Bologna e l’Inter (prima e unica volta nella storia della serie A), passando per l’indimenticabile Italia-Germania quattro-a-tre per finire al Mondiale del 1982, dove Tassi realizza il sogno di una vita, quello che coltivava fin da quando era un bambino.

Uno sguardo al passato:

“Do di piede. Trentasette atti unici contro il calcio moderno” di Andre Aloi, Editori riuniti (2001)

Premessa doverosa: Andrea Aloi, autore di questo curioso libricino, ex caporedattore del Guerin Sportivo è una penna molto molto molto raffinata. In questo suo lavoro, ormai fuori catalogo ma fortunatamente ancora facilmente reperibile, porta in scena una serie di figure ed episodi disseppelliti dal cascione dei ricordi. Imprese e gesti tecnici di campioni e carneadi, di artisti geniali e brocchi epocali ormai dimenticati o ingialliti dal tempo, ma che l’autore grazie ad uno stile brillante ed ispirato ha raccontato legandoli l’uno l’altro sul binario della nostalgia per un calcio meno frenetico e più romantico. Trentasette sono le istantanee rubate al tempo che Aloi ha salvato dall’oblio, alle quali è probabile si aggiungeranno nel susseguirsi delle pagine molte altre a seconda della sensibilità del lettore.

SportSud Book:

“Maradona: «Non sarò mai un uomo comune». Il calcio al tempo di Diego” di Gianni Minà, Minimun Fax (2021)

Gianni Minà, giornalista di spessore e carattere ci racconta la storia di una lunga amicizia, di affetto e di stima nei confronti di Diego Armando Maradona, attraverso gli articoli più belli e interessanti che gli ha dedicato nel corso degli anni, senza contare le tre interviste esclusive che Maradona ha concesso allo stesso Minà, nelle quali si è realmente messo a nudo parlando delle proprie debolezze, della sua visione del calcio e delle politica. Il risultato è un ritratto di un grandissimo calciatore ma anche di un uomo difficile, combattuto e onesto fino all’autodistruzione.

Antonio Vespasiano (gruppo Facebook Bibliocalcio; sito Bibliocalcio.com)

Leave a Reply

Your email address will not be published.