BIBLIOCALCIO – I consigli per un’ottima lettura sportiva #45

Bibliocalcio, consigli per un'ottima lettura sportiva

Tema della settimana:

“Storia del calcio in Italia” di Antonio Ghirelli, Einaudi (1990)

Con l’inizio di un nuovo campionato un ripasso storico di quanto ci siamo lasciati alle spalle è più che un esercizio di stile. Buona parte delle dinamiche sociali, degli aspetti tecnici, dei retroscena politico-organizzativi dell’attuale serie A affonda, com’è logico che sia, le radici nel passato del gioco in Italia. Lungo è stato il cammino fino all’attuale fenomeno calcio e miglior aedo nel raccontare l’evoluzione, le vicende e i personaggi del calcio in Italia non può che essere il compianto Antonio Ghirelli. Il suo “Storia del calcio in Italia”, la cui prima edizione risale al 1957, è letteralmente una pietra miliare nella letteratura calcistica italiana, e dovrebbe essere una lettura obbligatoria non solo per chi si occupa di calcio ad ogni livello ed in ogni settore, ma anche per i tifosi tutti. L’ultima edizione del libro è quella del 1990, una vita fa, ma il suo contributo al calcio in Italia ha un enorme peso specifico, tale da rendere la sua opera immortale.

Ultima uscita:

“Matti per il calcio. Perché questo gioco ci fa impazzire: spunti di psicologia pallonara” di Davide Bellini, BradipoLibri (2022)

Sul calcio è stato scritto e detto di tutto, così come sull’impatto che questo sport ha da sempre avuto sulle vite degli uomini. Davide Bellini, psicologo psicoterapeuta e manco a dirlo…appassionato di calcio, ha voluto dare vita ad un lavoro che racchiude in sé le caratteristiche del saggio e del romanzo di formazione, dell’autobiografia e del libro per tecnici. Un mix questo ha dato modo all’autore di parlare del calcio come passione, del valore che esso ha nel patrimonio collettivo di dato gruppo di uomini, della funzione antidepressiva che ha l’amore per una squadra di calcio, al netto delle inevitabili delusioni che la stessa ci procura. L’interessante punto di vista di un professionista del campo (ma non quello di calcio) rende il libro ancora più accattivante.

Uno sguardo al passato:

“Il primo scudetto. Il mito del Foot-ball” di Fabrizio Càlzia, Loris Davide Fiore, Galata (2018)

Interessantissima indagine storica sulla disputa del primissimo campionato di calcio in Italia, quello disputato l’8 maggio 1898. Il (piccolo ahimè!) volume è frutto delle accurate ricerche portate avanti in maniera separata da parte dei due autori e poi sapientemente riunite insieme. Tante le foto a corredo del lavoro che ha davvero saputo scavare nel passato per riportare a noi fatti e personaggi di quel lontano 1898. Consigliatissimo per gli amanti della storia del calcio, soprattutto di quello pionieristico.

SportSud Book:

“Bruno Giordano. Una vita sulle montagne russe” di Giancarlo Governi, Fazi (2017)

Ieri è stato il compleanno di Bruno Giordano, mitico centravanti della Lazio e del Napoli scudettato, società alle quali Giordano è da sempre legato. Governi, giornalista laziale di vecchia data, racconta la vita di Giordano in questa brillante biografia e lo fa proprio grazie ai racconti dello stesso calciatore con il quale condivide lo stesso humus culturale. Giordano, o meglio, semplicemente Bruno per l’autore, si lascia andare ai ricordi dolci e amari, dagli iniziali successi sportivi con la Lazio fino ai disastri del calcio-scommesse, poi il terribile infortunio e infine il passaggio al Napoli di Maradona, in un continuo sali-scendi di emozioni. Una vita appunto “sulle montagne russe” che si sostanzia in una lettura tanto bella quanto intensa. Tanti auguri Bruno!

Antonio Vespasiano (gruppo Facebook Bibliocalcio; sito Bibliocalcio.com)

Leave a Reply

Your email address will not be published.