Sassuolo-Salernitana: il Mapei non è terra di conquista

Sassuolo-Salernitana: il Mapei non è terra di conquista

Dopo la sosta per le Nazionali ritorna la Serie A, e per la Salernitana è in arrivo la trasferta al Mapei contro il Sassuolo di Dionisi.

Gara che si preannuncia tutt’altro che scontata per gli uomini di Nicola, in cerca di riscatto dopo la sconfitta casalinga contro il Lecce.

I neroverdi saranno un nuovo test da superare per i granata: la convinzione che quest’anno possano salvarsi facilmente è sempre più forte, ma ora serve acquisire consapevolezza nei propri mezzi.

La gara di Reggio Emilia metterà a confronto due formazioni che giocano a calcio, la sensazione è quella di una partita equilibrata, che può regalare divertimento a chi la guarda.

Come arriva il Sassuolo alla partita

L’infermeria non sorride a mister Dionisi, il quale dovrà fare a meno di diverse frecce che compongono il suo arco d’attacco: Defrel, Berardi, e Traorè, quest’ultimo indisponibile da inizio stagione. A queste assenze si aggiunge quella del difensore Muldur.

Nonostante le defezioni, però, il Sassuolo ha portato a casa 3 punti importantissimi per il proprio campionato contro il Torino di Ivan Jurìc nella scorso giornata.

Dopo il Toro, per i neroverdi arrivano degli altri granata, questa volta provenienti dalla Campania, e l’obiettivo principale è dare continuità per muovere una classifica che, in questo momento, non può essere soddisfacente per i neroverdi.

Cosa aspettarsi da Sassuolo-Salernitana?

Sarà una partita aperta, i padroni di casa con il supporto del proprio pubblico proveranno a spingere la Salernitana chiudendola nella propria metà campo.
Nicola dovrà preparare al meglio la gara a livello tattico, per non subire gli avversari e organizzare delle ripartenza che non facciano mai perdere equilibrio ai propri uomini, all’insegna della compattezza in entrambe le fasi di gioco.

Il match si giocherà (e vincerà) a centrocampo, il Sassuolo pressa forte i propri rivali, che siano la Juventus o la Salernitana, la squadra di Dionisi ti viene a prendere, rischiando e concedendo qualcosa dietro. Sarà fondamentale saltare la prima pressione se si vorrà provare ad impensierire la porta dell’esperto Andrea Consigli.

Analisi tattica: come gioca il Sassuolo?

Dionisi alterna il 4-3-3 al 4-2-3-1, sicuramente il ritorno di perni principali nel proprio organico come Traorè e Berardi, permetteranno all’allenatore ex Empoli di svariare con più facilità i prorpi schemi tattici.

Non si perde di vista la filosofia offensiva, andare a prendere l’avversario e il pallone rimangono le teorie che Dionisi continuerà a svolgere con la pratica, ma per provare a rilanciare il Sassuolo, e a sperare in posizioni importanti della classifica, serve solidità in fase difensiva.

A centrocampo sarà Maxime Lopez il faro della squadra, sostenuto dalle mezzali Frattesi e Thorstvedt, pronti ad inserirsi tra le maglie avversarie.

Davanti Pinamonti sarà il riferimento fisico che sostituirà Scamacca, anche se l’ex Inter deve ancora trovare la migliore condizione.

Precedenti tra Sassuolo e Salernitana

In Serie A Sassuolo e Salernitana si sono affrontati soltanto due volte, tutto questo nella passata stagione, la quale ha dato una vittoria ed un pareggio alla squadra emiliana nei match di andata e ritorno.

Diversi, invece, sono i precedenti in Serie B, il più recente a Salerno con la vittoria dei neroverdi per 1-4.

Ultimi 5 match tra Sassuolo e Salenitana:

12/03/2021 Serie A: Salernitana-Sassuolo= 2-2

26/09/2021 Serie A: Sassuolo-Salernitana= 1-0

15/05/2010 Serie B: Salernitana-Sassuolo= 4-1

30/01/2010 Serie B: Sassuolo-Salernitana= 3-2

24/01/2009 Serie B: Sassuolo-Salernitana= 1-0

Precedenti tra Nicola e Dionisi:

Nel 2-2 dello scorso campionato si sono confrontati per la prima volta i due allenatori, 1 punto a testa in quell’occasione ma erano situazioni diverse: la Salernitana doveva salvarsi e il Sassuolo era già consolidata in una parta più che soddisfacente della classifica.

Domenica potrebbe arrivare il primo trionfo per uno dei due mister, per iniziare a spostare l’ago della bilancia che, in questo momento, rimane pendente al centro.

Probabili formazioni:

Sassuolo (4-3-3): Consigli, Toljan, Erlic, Ferrari, Rogerio; Frattesi, Lopez, Thorstvedt; Laurienté, Pinamonti, Kyriakopoulos.

Salernitana (3-5-2): Sepe, Bronn, Lovato, Gyömbér; Candreva, Coulibaly, Maggiore, Vilhena, Mazzocchi; Dia, Piatek.

Leave a Reply

Your email address will not be published.