Il Brillo Parlante: caro numero 9 argentino, attento a Osimhen

Da qui alla 38esima giornata Osimhen potrebbe eguagliare quell'attaccante argentino...Con due mesi di assenza per infortunio.

osimhen
Articolo di Peppe Brillante09/02/2023

[cmsmasters_row data_shortcode_id=”uzrk3n80hk” data_padding_bottom_mobile_v=”0″ data_padding_top_mobile_v=”0″ data_padding_bottom_mobile_h=”0″ data_padding_top_mobile_h=”0″ data_padding_bottom_tablet=”0″ data_padding_top_tablet=”0″ data_padding_bottom_laptop=”0″ data_padding_top_laptop=”0″ data_padding_bottom_large=”0″ data_padding_top_large=”0″ data_padding_bottom=”50″ data_padding_top=”0″ data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_bg_size=”cover” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_position=”top center” data_color=”default” data_bot_style=”default” data_top_style=”default” data_padding_right=”3″ data_padding_left=”3″ data_width=”boxed”][cmsmasters_column data_width=”1/1″ data_shortcode_id=”30ou2wuda9″ data_animation_delay=”0″ data_border_style=”default” data_bg_size=”cover” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_position=”top center”][cmsmasters_text shortcode_id=”62d4joqqwq” animation_delay=”0″]

©️ “OSIMHEN” – FOTO MOSCA

Ha iniziato domenica 8 gennaio, contro la Samp, dopo 19 minuti, con il piattone su cross, solito, di Mario Rui. E poteva farne 4. Cinque giorni dopo ne ha fatti 2 alla Juventus ed anche qui potevano essere il doppio. A porta vuota, dopo il palo di Elmas, ha chiuso la trasferta di Salerno. L’eurogol, inventato dal nulla, come all’andata, contro la Roma e domenica a pranzo la doppietta a La Spezia, in una partita in cui gli hanno annullato un gol e ne stava facendo altri 3.

I numeri parlano chiaro: Victor Osimhen nelle ultime 5 partite ha messo a segno 7 reti, portandosi a quota 16. Dovesse continuare con questa media delle ultime 5, aggiungerebbe altre 24 reti alla sua classifica marcatori. 24 + i 16 attuali fanno 40 gol a fine campionato, ovvero ben 4 in più di quel centravanti argentino che, con l’allenatore che lavorava in banca in panchina, fece in maglia azzurra il record di reti nel campionato italiano 2015-2016, per poi andare a guadagnare soldi altrove, prima di ritirarsi a soli 35 anni, 10 in meno di Buffon, che oggi gioca ancora da protagonista nel Parma in Serie B.

Utopia chiaramente perché se il nigeriano continuasse a segnare con questo ritmo, a fine marzo il Napoli sarebbe già campione d’Italia e le ultime partite diventerebbero una passerella per Raspadori e Simeone.

Qualcuno bravo con i numeri (ce ne sono pochi) potrebbe farmi notare che Osimhen è rimasto a secco con l’Inter nella prima partita del 2023 e che quindi sono 7 gol in 6 partite, non cinque. Cambia poco, con una media di 1,17 gol a partita, da qui alla 38esima giornata sarebbero comunque altri 20 gol, che, sommati ai 16, permetterebbero comunque a Osimhen di eguagliare l’attaccante nato a Brest, che in carriera ha sulla coscienza una finale di coppa del Mondo e due di Coppa America. Con due mesi di assenza per infortunio.

Semmai dovesse rimanere un altro anno, Victor, potrebbe davvero puntare a battere questo record di 36 reti, peraltro già eguagliato da Immobile nel 2020. Ce la farà?

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row]

Ngonge

Ngonge non gioca perché ci sono Romario e Bebeto

Le Pagelle Brillanti de "Il Punto Brillante" della sfida di ieri tra Napoli e Genoa,...

Napoli-Fiorentina, le Pagelle Brillanti: 9 alla Circumzerbiana e 10 agli arabi…

Le Pagelle Brillanti de "Il Punto Brillante" del match di ieri tra Napoli e Fiorentina.

Mazzarri

Napoli-Monza, le Pagelle Brillanti: Senza Voto a Mazzarri per non rovinare… la media

Le Pagelle Brillanti de "Il Punto Brillante" del match di ieri tra Napoli e Monza.

Le Pagelle Brillanti: 10 a Garcia, 4 a Osimhen

È stato il miglior Napoli della stagione che, con un pò di precisione in più...