Le “pagelle raggianti” di Salernitana-Empoli

Ecco le “pagelle raggianti” della Salernitana dopo la sfida contro l’Empoli, una serata da dimenticare per i granata che hanno incassato un amaro 1-3 all’Arechi. Tra protagonisti del naufragio e lampi di luce nel buio, andiamo a scoprire come i nostri beniamini hanno affrontato questo scoglio. Ochoa 5,5: Un portiere che si è trovato più […]

Filippo InzaghiFoto Mosca
Articolo di Giovanni Santaniello10/02/2024

Ecco le “pagelle raggianti” della Salernitana dopo la sfida contro l’Empoli, una serata da dimenticare per i granata che hanno incassato un amaro 1-3 all’Arechi. Tra protagonisti del naufragio e lampi di luce nel buio, andiamo a scoprire come i nostri beniamini hanno affrontato questo scoglio.

Ochoa 5,5: Un portiere che si è trovato più volte a pesca senza l’attrezzatura giusta. Ha tentato di arginare l’Empoli senza riuscirci, una serata dove ha dovuto pescare il pallone dalla rete più volte di quanto avrebbe voluto.

Pierozzi 5: Sulla sua fascia l’Empoli ha trovato l’autostrada per il successo. Un calvario fino al cambio forzato per infortunio, lasciando il testimone a Weissman che ha almeno acceso una speranza.

Pellegrino 4: Il protagonista del disastro serale, una performance che lo vedrebbe meglio in un film horror che su un campo da calcio. Un rigore causato che pesa come un macigno.

Zanoli 5: Ha messo la firma nel proprio portone con un autogol che ha aperto le danze. Una serata da dimenticare, forse era meglio che avesse fatto un giro al luna park che in campo.

Candreva 6: L’unico a cercare di scrivere pagine diverse in una storia già scritta. Ha tentato di accendere la luce ma si è ritrovato a giocare da solo a nascondino.

Weissman 6,5: Entra e cambia la musica, peccato che il concerto fosse già verso la fine e che nessuno avesse informato Inzaghi, prima della partita, che Sabatini gli aveva appena acquistato un vero centravanti di ruolo. Un gol che fa ben sperare per il futuro, un faro nella notte.

Basic e Bradaric 5,5: Un duo che più che dirigere l’orchestra sembrava perso in una jam session senza fine. Note stonate in una serata da dimenticare.

Maggiore 5,5: Ha cercato di tenere a galla la nave ma il mare era troppo agitato. Una lotta contro i mulini a vento.

Kastanos 5: Un’ombra in campo, ha cercato di brillare ma senza riuscirci. Un fantasma che ha vagato senza meta.

Dia 5,5: Un attaccante che ha lottato come un fantasma contro la difesa avversaria senza mai riuscire a imporsi. Una partita da archiviare e ripartire.

Inzaghi 4: Il timoniere ottimista di una nave in balia delle onde che ha perso definitivamente la rotta. E’ l’artefice di una disfatta preparata a tavolino, a partire dall’esclusione di Weissman, con una formazione iniziale arroccata come un bunker difensivo. Possibile che avesse tanta paura dell’Empoli e di Nicola? Non basta agitarsi come un forsennato a bordo campo per ritrovare la bussola. Impari dallo stile di Ranieri, come si gestiscono le partite. E’ chiaro che la panchina mal si adatta alle sue “abilità”, molto meglio un sofà davanti alla TV.

Una serata da dimenticare per i granata, con la speranza che le prossime pagelle raccontino una storia diversa, e non di naufraghi.

Forza Salernitana, non arrendiamoci!

Pioli, Napoli

Pioli al Napoli, un disastro annunciato o una mossa vincente?

Rilanciare il Napoli con la sua attenzione maniacale alla fase difensiva, ma senza snaturarne l'identità...

Salernitana

Salernitana, diverse squadre interessate a Pirola

La Salernitana sta cercando di concludere diverse operazioni per costruire una squadra adatta per la...

Grosso, Salernitana

Salernitana, quale il tuo futuro? Per la panchina idea Grosso

Sul futuro in casa Salernitana ci sono tanti, troppi punti interrogativi. Per ripartire in Serie...

Tchaouna, Salernitana

Salernitana, due club su Tchaouna

La Salernitana può cedere Loum Tchaouna in vista del mercato della prossima stagione e su...