Napoli-Juve: le Pagelle Brillanti

Le pagelle Brillanti de Il Punto Brillante per Sport del Sud

fabian koulibaly
Articolo di Peppe Brillante12/09/2021

© “ESULTANZA-KOULIBALY2 “– FOTO MOSCA

Napoli-Juventus: le Pagelle Brillanti

OSPINA 6

Con l’accappatoio che ancora puzzava di Colombia-Cile, il vice portiere aveva chiesto di poter dormire tutta la partita, ma non aveva fatto i conti con quel burlone di Manolas. Ancora stonato dal jet lag, si è posizionato sulla linea di fondo, un po’ come quando scegli la fila sbagliata alla cassa del supermercato. Si fa perdonare con una super parata su Kulusevski. Nella ripresa russava, l’hanno sentito anche nei Distinti.

DI LORENZO 6

Dopo il gol in Nazionale, torna con umiltà a fare il terzino destro. Lo fa bene a tratti, alternando cose buone a cose meno buone, vedi l’uscita lenta su Kulusevski nel primo tempo ed un passaggio orizzontale nella ripresa che porta al tiro di McKennie. Ma per uno che a settembre ha già giocato 10 partite, è già tanto.

MANOLAS 4,5

Meno concentrato del tipo che porta il cane a fare la cacca la sera e finisce senza accorgersene nella cacca del suo cane. Strano perchè ci ha abituati a delle cagate, rimanendo in tema, solo nelle partite contro le squadre deboli. Probabile che anche lui abbia scambiato la Juve per la Battipagliese, mitica squadra in bianco e nero, della provincia di Salerno che ha ben figurato in C negli anni 90. Prova a fare pure il bis, senza riuscirci. Ktm.

KOULIBALY 8

Giocare al fianco di questo Manolas è un pò come andare a fare conquiste con Alvaro Vitali. Poche chances di rimorchiare. Ma KK ha cambiato due voli per arrivare in tempo a Napoli ad allenarsi per questa partita e non poteva non fare la differenza. L’ha fatta, eccome se l’ha fatta. Ha annullato Morata e messo su Kean più tensione di quella che metteva la buonanima di Gattuso su Lozano. Gol vittoria, foto alla curva e tutta Napoli in estasi.

MARIO RUI 6

Non ha regalato gol agli avversari. Ed ogni volta, rarità, che questo evento capita, il portoghese merita la sufficienza. Nella ripresa ha anche la possibilità di segnare il gol partita, quando su assist di Insigne, si presenta quasi a tu per tu col portiere, seppure da fuori area. Il suo tiro va fuori di circa 10 metri. Altro che distanziamento di un metro.

FABIAN RUIZ 6,5

Nel primo tempo si comporta un pochino come quei politici che vanno allo stadio a scrocco, ovvero spettatore non pagante. Però nella ripresa si accorge di aver corso meno di una sposa per andare all’altare e sale in cattedra, da protagonista, rubando palla e dando il via al gol del pareggio. Poi un altro paio di lanci e qualche ripartenza non sfruttata. Chiude la partita con un dribbling in mezzo al campo che fa partire quasi la ola dalle curve.

ANGUISSA 7,5

Anche Bakayoko aveva iniziato alla grande contro l’Atalanta un anno fa. Quindi non mi illudo. Ma la verità è che il camerunense sta a Bakayoko come Sky sta a Dazn. Cioè non si blocca mai la connessione per tutti i 90 minuti. Ed il pubblico l’ha apprezzato sin dal primo minuto, quando ha recuperato una palla a metacampo e sugli spalti si sono ubriacati con i borghetti per festeggiare. Fa ammonire Locatelli e si rende protagonista di 4 colpi di tacco in mezzo alle mischie. Senza volare con la fantasia, Yaya Tourè spostati!

ELMAS 5,5

Avete presente quando Hamsik gli venivano quelle partite in cui non sapevi se stesse giocando o in panchina? Ecco, toglieteci la cresta e metteteci il look del primo Gianluca Grignani a Sanremo. Ecco Elmas. Mai pericoloso, mai in partita. Mezzo voto in più per quel calcione al gobbo in contropiede. Gli vale la sostituzione ma resta la soddisfazione.

POLITANO 7

Dopo 20 secondi, su taglio di Insigne, può fare il Callejon ma di testa tira alto. Poi ancora di testa imita un pinguino alle paraolimpiadi e spreca. Nella ripresa si ricorda che sta giocando contro il suo idolo, Bernardeschi e si avventa da attaccante puro su quella papera di Szczesny e pareggia. Sostituito nel finale perché Bernardeschi non voleva rischiare la doppietta ed il posto in Nazionale.

INSIGNE 6

Un assist per Callejon ad inizio gara, un altro per Kulusevski dall’altra parte del campo. Poi una ricerca del tiroaggiro più scontata della fuga del tabaccaio di Materdei quando di fronte hai Bonucci e Chiellini che si sono allenati con te per due mesi di fila. Ma proprio dal suo tiro a giro nasce la mandrakata di Szczesny che regala il pari. Dopo altro assist a Mario Rui, che è un pò come portare un vegano a cena a Cisternino. Si fa male e siamo tutti preoccupati.

OSIMHEN 5,5

Bonucci e Chiellini lo bullizzano, non facendogli vedere palla, riprendendolo con lo smartphone e divulgando i video nei gruppi whatsapp con Buffon e Barzagli. Nella ripresa sa che non può farsi espellere perchè De Laurentiis altri soldi a Grassani non glieli dà e quindi limita i suoi movimenti. Da studiare il perchè cerchi di tirare con 8 difensori addosso. Meglio in copertura e nei recuperi difensivi.

OUNAS 6,5

Entra e dopo due minuti ha già percorso più km e toccato più palloni di Elmas. Quando accelera sembra Hamilton contro Leclerc e Sainz. Peccato che alcune sue conclusioni abbiano più più le sembianze dei fuoricampo di Rugby. Un suo scatto per guadagnare un corner è la cosa più bella della serata dopo l’outfit di Diletta Leotta.

LOZANO 5,5

Entra per Politano con le aspettative di chi sta acquistando su Amazon ed i risultati di chi va a spendere dal cinese. Male nella trequarti d’attacco, ancora peggio a metacampo dove si fa superare in velocità da Bernardeschi prima e De Sciglio poi.

ZIELINSKI 6

Sufficienza guadagnata con stima per aver portato a casa l’angolo del 2a1. La sensazione è che con questo Elmas, Zielu debba giocare anche se rientra dalla Polonia 5 minuti prima della partita.

PETAGNA SV

Entra al minuto 89 e si rende conto che Spalletti quando disse “Tu resti qui”, intendeva qui a Genova, con la maglia della Samp. Troppo tardi, il mercato è chiuso.

MALCUIT SV

L’ultima volta che è sceso in campo in azzurro, c’era ancora la lira e l’unico virus che conoscevamo era Trojan ed attaccava solo i pc. In ogni caso, almeno i capelli, restano top top top.

SPALLETTI 7,5

Non male perdere 5a1 col Benevento e battere la Juve 5 giorni dopo mandandola a -8. Non male fare un cambio a fine primo tempo Ounas per Elmas e cambiare faccia alla partita. Non male nemmeno battere 15 calci d’angolo nel primo tempo senza mai concludere in porta e battere un solo corner nella ripresa vincendo il match. Non male nemmeno fare 352 passaggi contro 115 nel primo tempo e qualcosa in più nel secondo. Non male nemmeno sentire Allegri che si lamenta degli arbitri. Sarà che noi napoletani subito ci innamoriamo, ma io ho già preso la sua statuina a San Gregorio Armeno.

Ngonge

Ngonge non gioca perché ci sono Romario e Bebeto

Le Pagelle Brillanti de "Il Punto Brillante" della sfida di ieri tra Napoli e Genoa,...

Napoli-Fiorentina, le Pagelle Brillanti: 9 alla Circumzerbiana e 10 agli arabi…

Le Pagelle Brillanti de "Il Punto Brillante" del match di ieri tra Napoli e Fiorentina.

Mazzarri

Napoli-Monza, le Pagelle Brillanti: Senza Voto a Mazzarri per non rovinare… la media

Le Pagelle Brillanti de "Il Punto Brillante" del match di ieri tra Napoli e Monza.

Le Pagelle Brillanti: 10 a Garcia, 4 a Osimhen

È stato il miglior Napoli della stagione che, con un pò di precisione in più...