fbpx

Benevento, il sogno promozione continua: in semifinale c’è il Pisa

benevento serie b

©️ “BENEVENTO” – FOTO MOSCA

Nonostante il tracollo subito nel finale di campionato, il Benevento conquista l’accesso alla semifinale playoff di Serie B. L’Ascoli, in serie positiva in casa da nove gare, non sfrutta le condizioni favorevoli derivanti dal miglior piazzamento in classifica: fattore campo e vantaggio in caso di parità.

Una vera e propria prova di forza e di carattere da parte della squadra di Fabio Caserta, orfana di bomber Forte e di Roberto Insigne. Il sogno promozione continua. I sanniti affronteranno in semifinale il Pisa di mister D’Angelo, squadra rivelazione del campionato.

Fabio Caserta costretto a rinunciare a due pedine fondamentali: Francesco Forte e Roberto Insigne, entrambi determinanti finora, ma esclusi dall’undici iniziale. Al centro dell’attacco sannita viene schierato Gianluca Lapadula, a lungo ai box nell’ultimo periodo e da gennaio protagonista di velenose polemiche con società e tifosi. Centrocampo tipo con Giacomo Calò in cabina di regia e Acampora e Ionita ai suoi lati. Al centro della difesa gioca l’esperto Glik. La sorpresa è Masciangelo sull’out di sinistra. Seconda partecipazione dell’Ascoli ai playoff di Serie B, terza volta per il Benevento.

Sulla scia delle ultime giornate di campionato, Benevento timido e impacciato al Del Duca. Le migliori occasioni nella prima frazione di gioco, infatti, le crea l’Ascoli. In particolare, è l’eclettico Maistro a insidiare più di tutti Paleari. Sanniti apparsi intimoriti e nervosi per circa 40 minuti, ma alla prima nitida occasione affondano il colpo decisivo. Il vantaggio lo firma l’uomo più discusso, Gianluca Lapadula, al suo dodicesimo gol in campionato, il secondo consecutivo dopo la rete alla Spal. Le statistiche, dal possesso palla (60%-40%) ai tiri totali (9-2), sono a favore dei padroni di casa, ma il primo tempo si chiude con il vantaggio della squadra di mister Caserta.

Benevento più vivace e sicuro di sé nella seconda frazione di gioco. I giallorossi si difendono bene sulle sortite offensive di Dionisi e compagni, limitando abilmente gli spazi a disposizione dei padroni di casa. Andrea Sottil ridisegna completamente l’Ascoli, senza però sorprendere i sanniti, bravi a riorganizzarsi e a giocare in ripartenza. Salvatore Elia, entrato al posto di Ionita, garantisce maggiore freschezza alla manovra delle streghe; un miracolo di Paleari salva il risultato a 5 minuti dalla fine del match. Il Benevento festeggia il passaggio al prossimo turno. Un segnale importante dopo un finale di stagione da dimenticare.

Leave a Reply

Your email address will not be published.