Perché Spalletti è l’allenatore giusto per l’Italia

Luciano Spalletti sarà il nuovo Commissario Tecnico della Nazionale azzurra: ecco perché il tecnico ex Napoli è l'uomo giusto per l'Italia.

Articolo di Domenico Ciccarelli14/08/2023

©️ “SPALETTI” – FOTO MOSCA

Roberto Mancini, nella giornata di ieri, si è ufficialmente dimesso dall’incarico di Commissario Tecnico dell’Italia: l’allenatore, dunque, lascia la Nazionale Italiana dopo ben 5 anni, con la quale è riuscito a conquistare il campionato Europeo 2020. Ma, a quanto pare, lo strappo della non qualificazione ai Mondiali di Qatar 2022 è stato fatale. Esattamente come accadde a Gian Piero Ventura nel 2018. Ma chi sarà il suo successore?

Luciano Spalletti. Esattamente. Stando a quanto riporta il giornalista Alessandro Alciato, il nuovo Commissario Tecnico della Nazionale Italiana sarà l’ex allenatore del Napoli, che si è appena laureato campione d’Italia. Il tecnico di Certaldo, lo scorso giugno, ha lasciato definitivamente la città partenopea per concedersi un anno di riposo, ma confessando che se qualora avesse avuto una chiamata dalla Nazionale azzurra l’avrebbe presa in considerazione. Queste le sue parole: “La Nazionale è un lavoro stimolante da un punto di vista professionale, perché ti permette ogni tanto di staccare. Sarebbe sicuramente una bella soluzione”. E a quanto pare sarà proprio così. Il suo lavoro potrà favorire la rinascita dell’Italia? E perché Luciano Spalletti è l’allenatore giusto per l’Italia?

Italia, perché Luciano Spaletti è la scelta giusta

©️ “SPALETTI” – FOTO MOSCA

Andiamo a scoprire perché Luciano Spalletti è l’allenatore giusto per l’Italia. Partiamo dal presupposto che il tecnico di Certaldo, oltre ad esprimere un bel calcio, è un grande motivatore. Quando approda al Napoli nel 2021, la squadra azzurra sembra ormai in fermenti, lui nel giro di solo un anno è riuscito a riportare il club campano in Champions League, lì dove mancava da due stagioni. Addirittura, nel sua seconda annata campana, ossia la stagione appena conclusa, è riuscito a laurearsi campione d’Italia, riportando lo Scudetto sotto l’ombra del Vesuvio 33 anni dopo. Quindi, chi se non lui potrebbe rivitalizzare la Nazionale Italiana, ormai spenta e buia.

A livello tattico, invece, Luciano Spalletti ha usato sempre il 4-3-3, modulo utilizzato da Roberto Mancini, che ultimamente aveva fatto un “esperimento” con il 3-5-2 (modulo di Antonio Conte), capendo che non era il “vestito” giusto per glia azzurri. Pressing alto, capacità di attaccare lo spazio, ricerca della profondità e la voglia di giocare palla a terra per far correre l’avversario e avere, sempre e comunque, il possesso della sfera, queste sono le caratteristiche principali del tecnico di Certaldo. Motivo per cui, soffermandoci sul tipo di calcio che ha espresso al Napoli, sia in Italia che in Europa, non può che essere la soluzione migliore per l’Nazionale Italiana. Soprattutto tatticamente parlando, non andrà a stravolgere granché, anzi può solo aggiungere ulteriore qualità. Ecco perché Luciano Spalletti è l’allenatore giusto per l’Italia. L’allenatore toscano saprà come far risorgere il sole su questa Nazionale “buia”.

Leggi anche: