Le Pillole Fantacalcistiche, 10a giornata

Puntuali come sempre le pillole di fantacalcio per schierare la formazione migliore in vista della decima giornata di Serie A.

luis alberto, Napoli
Articolo di Gianmarco D'Antonio14/10/2022

©️ “LUIS ALBERTO” – FOTO MOSCA

Ritmi serrati per un campionato che entra nel rush finale prima del Mondiale in Qatar.
Si, perché tra giusto un mese i campionati avranno la sosta, e queste giornate sono fondamentali. Non si sa mai come e con quanti uomini si riprende, quindi è necessario fare punti, le squadre lo sanno, accelerano e giocano ogni partita come una finale.

Analizzando sfida per sfida, iniziamo con le tre che hanno il miglior stato di forma.
Lazio-Udinese, Napoli-Bologna e Empoli-Monza.
All’Olimpico andrà in scena una sfida Champions particolare, i friulani così in alto è difficile vederli soprattutto se hanno , di fatto, la stessa rosa degli anni scorsi.
Beto, Deulofeu e Udogie ma anche Success, Pereyra e Perez, tutti fenomenali e quindi attenti al colpaccio fuori casa con una Lazio stanca e appagata.

L’entusiasmo dei partenopei, invece, è difficile da contenere, hanno anche una panchina lunga e non sentono la stanchezza. Sulla carta può essere un massacro contro la formazione di Motta che fatica a trovare la quadra. Ma il Napoli queste sfide è in grado di perderle anche da solo, ed un calo di concentrazione potrebbe essere fatale, 0-0 o 1-1 il risultato più probabile.

Al Castellani vince di nuovo il Monza, l’abbiamo detto ad inizio anno, ha una rosa da 10imo posto e il cambio d’allenatore ha beneficiato.

Altre tre sfide sono caratterizzate da chi deve dare una risposta immediata:
Lecce-Fiorentina, Torino-Juve, Sampdoria-Roma.
Al Via del Mare, i viola devono rispondere alla bruttissima sconfitta in casa subita contro la squadra di Sarri, ma i salentini giocano bene e con un calcio offensivo in grado di mettere in difficoltà anche la Roma nonostante fossero rimasti in 10 uomini. Attenzione al pareggio.

Proprio i giallorossi dovranno affrontare una Sampdoria che deve rinascere, e nonostante la squadra di Mourinho viene da un ottimo trend di risultati, resta comunque altalenante il gioco e la qualità espressa in queste partite. Molto probabile l’uno.

Il derby della mole è la sfida più delicata, il Torino è ben organizzato ma fatica a fare risultati, la Juve, dal canto suo è in piena crisi, con sconfitte clamorose incluse quelle di Champions. Difficile pronosticare un risultato, ad ogni modo, non molti goal, quindi anche i portieri vanno schierati.

Verona-Milan e Atalanta-Sassuolo, le partite scontate, rispettivamente: 2 e 1 sulla schedina.
Gli scaligeri sono preda di una tempesta, mentre i rossoneri sono in forma e con il dente avvelenato. Al momento non c’è partita. Diaz, Theo, Leao e Origi (come sorpresa) i consigliati.

Gli orobici, invece, sono freschi e con una formazione che inizia ad acquisire gli automatismi devono rispondere alla rimonta della Dacia Arena. Giocatori come Lookman, Ederson e Muriel sono i più pericolosi. D’altro canto, i neroverdi sanno come colpire, quindi sarà una sfida dai tanti goal, attenzione soprattutto ad un super Frattesi che può segnare da fuori, e ad un Laurentiè sempre più in forma. Probabile quindi partita da goal.

Inter-Salernitana, sfida da tripla, nonostante i nerazzurri sembrano essersi ripresi, la squadra di Nicola le prepara bene queste partite con la solita grinta, anche il 2-2 non è scontato. Quindi fuori i portieri e poi tutti dentro per eventuali bonus, anche quelli granata.

Spezia-Cremonese, gara atipica, due squadre che giocano benissimo a calcio, ma che raccolgono poco. Sarà la paura a fare da padrone, probabile un pareggio con poche emozioni, e a causa di perdite importanti spezine, leggermente favoriti i ragazzi di Alvini.

I consigliati di giornata:

Vicario, seppur prende un goal raggiunge sempre il 7 in pagella. Garanzia.

Dumfries, con il compagno di reparto sempre nell’occhio del ciclone l’olandese è l’unica garanzia.

Milenkovic, ad uno come lui lo perdono su calcio d’angolo.

Bremer, possibile goal dell’ex.

Ederson, questa la segna da fuori.

Luis Alberto, anche se parte dalla panchina entra e riesce a spaccare la partita, uno con la sua qualità non si contiene.

Meitè, dopo l’ottima prestazione con il Napoli potrebbe recuperare qualche altro pallone decisivo.

Politano, sfide con avversari chiusi dietro, è bravo a trovare spazi, possibile assist decisivo.

Osimhen, è tornato non c’è bisogno di dire altro!

Origi, finalmente in forma, dovrebbe partire dal primo contro un Verona non irresistibile. Attenzione al goal.

Dessers, se si guardano le statistiche è il più alto con gli expected goals perché crea facilmente l’occasione. Contro lo Spezia la butta dentro.