Ngonge non gioca perché ci sono Romario e Bebeto

Le Pagelle Brillanti de "Il Punto Brillante" della sfida di ieri tra Napoli e Genoa, gara valevole per la 25esima giornata di Serie A.

Napoli NgongeFoto Mosca
Articolo di Il Punto Brillante18/02/2024

MERET 7
Due belle parate nel primo tempo che tolgono lo sfizio a noi tifosi di trovare un colpevole sul quale sfogare.

DI LORENZO 5,5
L’assist di testa per Ngonge salva in parte una gara alla “Hysaj a sinistra”, con stop sbagliati e interventi goffi. Irriconoscibile come quei Vip dopo i ritocchi chirurgici.

RRAHMANI 5,5
Mette la toppa in qualche situazione ma toppa in altre. Poi ci spiegherà la fretta di raggiungere gli spogliatoi a fine gara senza salutare il pubblico che l’ha reso uomo!

OSTIGARD 5
Nel complesso non male, poi riguardi gli highlights e vedi che Retegui calcia 3 volte in porta come se venisse marcato dal figlio piccolo. Retegui, 5 gol in campionato…

MAZZOCCHI 6
Qualche errore lo commette anche lui, ma sembra avere la bici elettrica in mezzo a tanti monopattini azzurri di plastica per come corre più dei suoi compagni. Sbaglia un cross e WalPep MazzaRdiola lo cambia.

ANGUISSA 4,5
Ha due occasioni, di sinistro, parata, di testa, se lo mangia da corner. Ma in 90 minuti (nel contratto c’è una clausola che non può mai essere sostituito) farebbe bestemmiare pure Papa Francesco e la buonanima di Wojtyla per i disastri in mezzo al campo. Emblematico nel finale quando dopo una partita da schiaffi, con i piedi a X (tipo quando metti la scarpa destra nel piede sinistro e viceversa) prova un tunnel!

LOBOTKA 5,5
Sembra Fiorello che cerca di salvare lo show con Travolta. Fa tenerezza per l’impegno ma commette errori da matita rossa. L’ultimo insulto lo prende sul triplice fischio quando torna indietro anziché buttarla nel mezzo.

TRAORE 6
Sento parlare di ritardo di condizione come se gli altri fossero tutti calciatori di Gasperini che vanno a mille. Non è al top, é chiaro ma la tecnica e l’iniziativa sembra averle.

POLITANO 5,5
È tornato ai suoi livelli, quando segnava un gol ogni 3 mesi, su rigore. Numeri che sta avendo con Mazzarri. Ci prova ma “c vo a carn inde sasicc” diceva mio nonno.

SIMEONE 5
È l’ultimo giorno che la tua ragazza sta da sola a casa, domani tornano i genitori dalla Nigeria, eppure lo tieni moscio e chiudi con una brutta figura. Se ne ricorderà. Perché se contro Salernitana, Verona, Milan e Genoa, fai 0 gol su 4 da titolare, allora uno riflette.

KVARA 6,5
Il Napoli è una RSA, tutta gente che a stento cammina ultimamente. E lui è una Operatrice Socio Sanitaria, che appena entra rianima i vecchietti e tutti i parenti. Perché Kvara è l’unico che accende la luce o almeno ci prova. Poi sbaglia a perseverare nel dribbling ma non ha alternative. Salvate il solfato Kvicha.

Subentrati

NATAN 5
Nessuno gli chiedeva di essere il nuovo Kim, ma nemmeno far rimpiangere Juan Jesus. Entra e dal suo lato nasce il gol.

LINDSTROM 6
Venuto a Napoli per giocare, non gli danno la maglia da titolare nemmeno se manca Zielinski e Politano non segna da un secolo. Entra ma nel frattempo il Genoa si chiude a riccio e quindi può fare pocom

NGONGE 7
Altro mistero Mazzarriano. Col Verona penultimo ha fatto più gol dei calciatori che hanno lo scudetto sul petto. Andrebbe schierato dal primo minuto con la fascia di capitano sul braccio, invece teniamo Romario e Bebeto e il nostro Mario Zagallo gli concede 20 minuti. Chiaramente entra e segna.

OLIVERA 6,5
Mette la palla dalla quale nasce il gol azzurro. E quindi sarà titolare col Barcellona, se Giuffrida non minaccia via radio che deve giocare Mario Rui.

RASPADORI 5,5
Ingresso anonimo come nelle ultime settimane. Non ha dimenticato di saper giocare a calcio. Il problema è che il Napoli non gioca a calcio.

MAZZARRI 0
Partiamo dalle cose buone: ha fatto cose meravigliose con Lavezzi-Hamsik-Cavani. Però all’epoca Geolier cantava allo Zecchino d’oro, oggi quasi vince Sanremo. Il tempo passa e lui non si è aggiornato per niente. È imbarazzante quando lo guardano e ogni sua scelta tattica è dettata dalla paura. Eppure sta difendendo un decimo posto ridicolo. Non ha portato un’idea al gioco del Napoli se non quella di sperare che Kvara inventi qualcosa. I cambi che fa, in ritardo, sono disastrosi, più delle formazioni che mette. Ma il peggio lo dà in conferenza stampa. Voi rinuncereste ad un milione di euro per dignità? Io no. E nemmeno lui.

ARBITRO 10
Il dieci in pagella lo meritano tutti quelli che vengono a fare i protagonisti al Maradona fregandosene del pubblico che urla e della maglia con il tricolore sul petto perché dimostrano di avere le palle. Le palle di non dare un rigore netto e di ammonire 3 dei nostri su 7 falli commessi e 1 solo del Genoa con 15 falli fischiati. Un déjà-vu che si ripete ogni settimana. La chicca nel finale: un calciatore si finge morto fuori dal campo, si ferma il gioco, il calciatore diventa Lazzaro, si alza e cammina e rientra subito perché senza di lui il gioco non è stato mai fatto riprendere. Certo, il Napoli fa ridere, questo non influisce. Ma anche “Arrigo Sacchi” e i suoi colleghi sembrano cabarettisti.

Napoli, Pioli

ADL, contatti anche con Pioli: gli agenti sono a Napoli

Antonio Conte rimane la priorità per il Napoli ma, in caso di risposta negativa da...

napoli-frosinone

Napoli-Frosinone, la spinta dei tifosi ciociari: il dato

Napoli-Frosinone, tra Champions League e salvezza. Per i ciociari al Maradona non mancherà il supporto...

Napoli

Roma o Atalanta potrebbero evitare il fallimento del Napoli

Una stagione fallimentare, tutto d'un tratto potrebbe risollevarsi grazie a delle dirette concorrenti. Roma o...

Napoli, De Laurentiis

Napoli, 100 milioni per il futuro: Manna e De Laurentiis a lavoro

Giovanni Manna è già al lavoro per rafforzare quello che tra non molto sarà anche...