Pomigliano Femminile: ora che c’è equilibrio, bisogna mantenerlo

Pomigliano Femminile: ora che c’è equilibrio, bisogna mantenerlo

© “POMIGLIANO” – FOTO MOSCA

Dopo un inizio di stagione amaro, frutto di 5 sconfitte (contro Roma, Sampdoria, Inter, Juventus e Fiorentina) e un pareggio (contro il Como), il Pomigliano Femminile sembra aver trovato finalmente un equilibrio. La squadra granata non riusciva a risollevarsi dal momento negativo nemmeno tra le mura amiche, probabilmente perché non vi era una guida stabile in panchina o semplicemente poiché, come dichiarato ai nostri microfoni da Debora Novellino “avevano bisogno di tempo per conoscersi dato che la rosa era nuova”.

Fatto sta che dall’arrivo del nuovo allenatore qualcosa è cambiato. Lo scorso 21 ottobre, Carlo Sanchez decide di guidare le pantere nella massima serie professionistica. Napoletano di 48 anni, un allenatore di buona esperienza, il tecnico ha allenato nel recente passato Agropoli, Angri, San Teodoro e Marcianise. Sebbene abbia lavorato nel mondo maschile, in Campania è stato il coordinatore regionale delle rappresentative campane maschili e femminili. Nella sua prima dichiarazione, Sanchez ha dichiarato senza nascondersi dietro ad un dito, di “credere vivamente in una squadra formata da ragazze valide in grado di ottenere i punti necessari per recuperare quanto negato dalla sorte e dagli episodi”. 

Si chiedeva una reazione a gran voce, e una reazione è arrivata: nella sfida contro il Parma al Tardini è il Pomigliano a conquistare la vittoria e a sbloccarsi dopo una serie di défaites che l’hanno portata in fondo alla classifica. Successo di capitale importanza per capitan Gaia Apicella e compagne, artefici di una prestazione pregevole ed essenziale. Prossima fermata: Milan. Una gara difficile che vede le rossonere a caccia di punti per avvicinarsi alle rivali e creare un solco con le inseguitrici nella poule scudetto riservata alle prime cinque della classe. Dall’altro lato, la squadra di Sanchez è alla ricerca della prima vittoria casalinga, ma soprattutto di continuità. Ed è così che nel finale di partita, Novellino trova spazio a campo aperto e fulmina Giuliani con il destro al minuto 89’. A Palma Campania esplode la gioia per un successo importante per il prosieguo del campionato, ma non solo: è finalmente sfatato il tabù dello stadio amico.

Poi, è arrivato il momento della Coppa Italia. Nella seconda giornata della fase a gironi, il Pomigliano ha affrontato giovedì il Tavagnacco. Le gialloblù dopo poco più di mezz’ora, si devono arrendere alla superiorità delle pantere che trionfano con una goleada per 1-6 e, grazie a questo risultato, queste ultime agganciano e superano il Napoli a quota 3 in classifica nel girone G con una migliore differenza reti. Le due squadre campane si affronteranno l’otto gennaio alle ore 14:30. Nel match contro le ragazze di mister Recenti, il tecnico napoletano ha concesso spazio anche ad alcune calciatrici che hanno giocato di meno in questa prima parte di stagione come Hawa Sangaré, che ha siglato il suo primo gol con la maglia granata.

Se son rose… fioriranno

Al momento la Serie A Femminile è ferma a causa degli impegni della Nazionale italiana, alle prese con le amichevoli prima del Mondiale e riprenderà sabato 19 novembre. Il Pomigliano tornerà in campo domenica 20 novembre alle ore 12:30 contro il Sassuolo presso lo stadio Enzo Ricci. La formazione di Gianpiero Piovani è attualmente ultima in classifica, dunque sarà un’ulteriore chance per le pantere per accumulare punti preziosi.

La compagine granata ha evidentemente ancora alcuni aspetti su cui lavorare, tuttavia, se si strizza un occhio sugli aspetti positivi, sulle buone prestazioni e soprattutto sulla reazione mentale avuta nel corso del cammino che ha riportato in campo un po’ di energia, viene a galla un gruppo che ha tutte le carte in regola per dire la sua in campionato e per mettere in difficoltà le avversarie. Insomma, se son rose fioriranno!

Leave a Reply

Your email address will not be published.