fbpx

Colantuono: “Non capisco le regole, ma mi adeguo. La squadra va puntellata”

Colantuono: “Non capisco le regole, ma mi adeguo. La squadra va puntellata”

© “SALERNITANA” – FOTO MOSCA

Sconfitta in casa per la Salernitana contro la Lazio di Maurizio Sarri. I granata, decimati per via degli infortuni e del Covid, hanno perso 0-3. Dopo la vittoria contro il Verona, una battuta d’arresto nel cammino salvezza del club campano.

Al termine della sfida contro la Lazio, ha parlato ai microfoni di Dazn il tecnico Stefano Colantuono. Ecco le dichiarazioni dell’allenatore granata raccolte da Salernitananews: “Non capisco che gusto ci sia a vedere una partita come quella di oggi, lo dico per il sistema. Rispetto chi prende le decisioni e gli interessi e non parlo solo della Salernitana. Ci siamo presentati a questa partita con sette titolari in meno. Il nuovo protocollo? Stasera non era in vigore, lunedì lo sarà. Questa è un’altra cosa che fatico a comprendere.

Non voglio fare polemiche, la Lazio sarebbe stata comunque superiore a noi. Ci eravamo rimessi in corsa a Verona, stasera volevamo giocarcela, anche per i tifosi. Ho dovuto far giocare ragazzi che venivano da un lungo periodo di stop per il Covid, ho fatto esordire un Primavera. Ripeto, non capisco le regole, ma mi adeguo.

Negli ultimi mesi è successo di tutto, mi è stato chiesto di tenere in vita la squadra e credo di averlo fatto, considerando che abbiamo affrontato molte big. Il nostro compito è restare attaccati alla classifica il più possibile, dovremmo recuperare due partite e abbiamo la possibilità di restare in scia. Dopo il Napoli e la sosta avremo un calendario più agevole da questo punto di vista.

La squadra va puntellata, anche alla luce degli infortuni e delle assenze, bisogna mettere qualcosa dentro per dare respiro a chi ha tirato la carretta fino ad ora. Col presidente ho avuto un incontro ieri, ha moltissimo entusiasmo e progetti davvero interessanti. Le sensazioni sono state ottime, ora ci risentiremo e vedremo di più. Ora dobbiamo concentrarci e tirare il massimo da ognuno. Il mercato di gennaio è difficile, ma qualcosa andrà fatto”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.