Pillole di fantacalcio, 8a giornata

fantacalcio

© “ABRAHAM”– FOTO MOSCA

Spett.le Sport del Sud,
dopo la noia dovuta alla pausa Nazionali, proviamo ad entusiasmarci in vista dei tanti eventi calcistici delle prossime settimane.
Come di consueto, allora, da appassionato di fantacalcio invio questa lettera piena di zeppa di pillole di fantacalcio.

La Nazionale non sempre un male per il fantacalcio

Per molti sarà dura, perché le Nazionali regalano sempre tanti infortuni, ma non è assolutamente un handicap avere giocatori che ritornano dagli impegni internazionali rispetto a quelli che hanno riposato.

Ricordo un Adriano – ai tempi dell’Inter – fare una doppietta all’Udinese di sabato sera nonostante fosse tornato il giovedì dal Brasile.
Insomma, ricordate che molti sono giovani e forti e nel pieno della preparazione: quando torni dalla Nazionale hai anche più fiducia e più consapevolezza, quindi rischiateli sempre.

Mi sembra doveroso fare una distinzione però nei casi in cui il giocatore parta dalla panchina perché in questo caso la possibilità di vederlo giocare, se troppo stanco, diminuisce.

Lazio-Inter

Passiamo invece allo specifico, attenzione a questa sfida Sarri Vs Inzaghi. Uno ha da dimostrare – dopo lo stop con il Bologna – l’altro ci terrà a fare bene contro il suo passato: si prevede partita tattica e molto fisica, l’assenza di Acerbi si farà sentire, ma anche il fattore casa. Da mettere De Vrij, Calhanoglu, Barella e Dzeko e da evitare Skriniar, Brozovic e Perisic per l’Inter. Per quanto riguarda la Lazio, se Immobile gioca è sempre da mettere con gli altri top Lazzari, Milinkovic e Felipe Anderson. Da evitare Luis Alberto che può soffrire il dinamismo di Barella cosi come i restanti della difesa biancoceleste.

Milan-Verona

Milan-Verona partita interessante. La difesa rossonera è stata falcidiata da covid e infortuni, mentre Tudor ha portato un nuovo smalto agli scaligeri. Assolutamente da mettere Barak, Lazovic, Faraoni e Caprari. I rossoneri soffriranno il gioco laterale. Sconsigliato Simeone contro il duo Kjaer – galvanizzato dalla qualificazione Mondiale ottenuta con la danimarca – Tomori. Anche i centrali sia di difesa che di centrocampo gialloblu meglio tenerli fuori. Leao, Diaz e Tonali stanno bene e potrebbero fare male agli avversari.

Juventus-Roma

Big Match Juve-Roma, difficilissimo da pronosticare, sfida apertissima. Acciughina sta imponendo il suo stile classico quello dell’ 1-0 – o massimo 2-1 – ma di fronte c’è uno che ne sa una più del diavolo: lo Special One.
Sono da mettere tutti i giocatori, può finire in qualsiasi modo, da verificare la situazione Abraham, ma se gioca rischiatelo. Discorso opposto per Dybala, che sia titolare o dalla panchina, sarà determinante.

Napoli-Torino

Napoli-Torino. Da tifoso mi aspetto che questo gruppo azzurro voglia far pagare a Juric la mancata qualificazione in Champions dell’anno scorso, o che comunque quel marpione di Spalletti abbia caricato così la squadra.
Sarà una partita dura, giocata da entrambe le squadre sulle ripartenze, assolutamente in: Singo per il Toro, poiché Mario Rui potrebbe soffrirlo. Out: i centrali di centrocampo granata, troppo forte il Napoli in quegli individuali. Osimhen e Politano le armi in più, Ruiz affronterà sfide fisiche… sarà un carnaio, tanti gialli in arrivo.

Fiorentina, capitolo a parte

In fine le ultime pillole le voglio riservare per la Fiorentina, analisi difficile da fare: c’è da capire come risponderà Vlahovic alla parole di Comisso, ma confido molto nella gestione Italiano, sta dimostrando di poter gestire giocatori e una piazza importante attraverso bel gioco e risultati, se il serbo è titolare va assolutamente messo. Callejon a caccia del goal a Venezia potrebbe fare molto bene, difesa veneta falcidiata e dimezzata sarà dura con gli esterni viola, per questo dentro anche Odriozola, e una scommessina sul subentrante Sottil.

Con la speranza che anche questa, come le altre, sia di vostro gradimento.

Porgo distinti saluti,
Gianmarco D’Antonio

Leave a Reply

Your email address will not be published.