Napoli Femminile: parte la missione Serie A

Napoli Femminile: parte la missione Serie A

Il Napoli Femminile non è riuscito a tornare padrone del suo destino e ha perso ogni speranza di permanenza in Serie A lo scorso anno. Il pesantissimo 1-3 nel derby contro il Pomigliano nell’ultima giornata di campionato, ha negato alle azzurre la possibilità di giocarsi tutto nel testa a testa decisivo.

Ed è così che il club partenopeo, dopo l’amara retrocessione, ripartirà dalla Serie B. E lo farà ripartendo dal nuovo presidente, Alessandro Maiello e da coloro che hanno deciso di non abbandonare il timone nel momento della tempesta: il capitano Paola Di Marino che, con la fascia al braccio, vanta oltre 200 presenze, 63 in Serie A (24 delle quali negli ultimi due anni – 10 nel 2020/2021 e 14 nella passata stagione). Simbolo della squadra da ormai diverse stagioni, la classe ’94 avrà il compito trasferire alle compagne di squadra il vero senso di appartenenza. Oltre al difensore, sono state confermate anche le centrocampiste Claudia Mauri e Sara Tui e l’attaccante Romina Pinna, arrivata all’ombra del Vesuvio nel dicembre 2021, nelle sue nove apparizioni nel girone di ritorno ha messo a segno tre reti contribuendo ai successi contro Verona (doppietta) ed Empoli

Tantissimi, invece, i nuovi innesti che sono stati annunciati, di cui due i ritorni. L’estremo difensore Sabrina Tasselli e la centrocampista Michela Franco hanno già giocato nell’urbe di Partenope. “Avendo origini napoletane ed essendo tifosa del Napoli, sono molto felice di tornare a casa”, ha spiegato la classe 1992, protagonista nel 2012-2013. “Il richiamo della maglia azzurra è stato molto forte e in grande fretta abbiamo definito il nostro accordo. Intendiamo centrare l’obiettivo che la società si è posta”, assicura l’ex calciatrice di TorinoCuneo e Juventus. A completare il reparto portieri, Matilde Copetti e Chiara Tasselli. In prestito dalla Roma arrivano Martina Di Bari, difensore classe 2002 e Serena Landa (2001), altro prestito giallorosso, dopo una stagione al Pomigliano. Ingaggiate poi Melissa Nozzi, (difensore centrale proveniente dal San Marino), Martina Di Bari, (difensore classe 2002, protagonista in Serie B con la maglia della Pink Bari) e Antonella Albertini (centrocampista 2003). Aurora De Sanctis (2000) accetta la nuova sfida, proprio come Giulia Ferrandi, il terzino destro Eleonora Oliva e Sara Tamborini, attaccante ex Milan.

Infine, il grande colpo: è stata ingaggiata la portoghese Adriana Faria Gomes, attaccante classe 1993. In carriera ha vinto due volte la Coppa di Portogallo con le maglie del Boavista (2012-2013) e del Benfica (2018-2019), ha giocato nelle squadre più prestigiose della sua nazione, quali appunto Boavista, Braga e Benfica, mettendo a segno ben 23 reti nella sua stagione migliore, quella 2016-2017. E’ approdata in Italia dopo la pandemia trascinando la Torres nel 2020-2021 in Serie B con ben 29 reti, realizzate tutta a partire dal dicembre 2020. Nell’ultima stagione in cadetteria ha invece messo a segno 8 reti affermandosi come una delle grandi protagoniste della rimonta in classifica della squadra sarda.

L’esordio in Coppa Italia

Comincia con un trionfo in Coppa Italia il percorso del Napoli Femminile del neo allenatore Dimitri Lipoff. Le azzurre, inserite nel girone insieme a Pomigliano e Tavagnacco, hanno sconfitto le friulane tra le mura casalinghe per 1-2 e salgono a tre punti nel girone G.

In virtù delle assenze di Nozzi in difesa, Tui e Mauri in mediana e Tamborini in attacco, il tecnico francese ha optato per Franco in cabina di regia con Di Bari centrale al fianco di capitan Di Marino nella retroguardia a quattro. Esordio dal primo minuto per la nazionale croata Dulcic sulla corsia di destra. L’allenatore opta per il 4-3-3 sul quale ha lavorato sin dal primo giorno, con Pinna a girare intorno a Gomes. Ed è stata proprio la portoghese, già grande protagonista in precampionato, ad aprire le danze al 13’ concludendo in maniera pregevole una bella azione corale rifinita bene da Landa. Al minuto 55 giunge la rete del raddoppio firmata nuovamente da Gomes che ha dimostrato – una volta di più – il suo innato senso del gol.

La prossima sfida sarà proprio contro la squadra campana militante in Serie A ed è in programma per il giorno 8 gennaio 2023.

L’imminente esordio in Serie B contro il Trento

Le due neopromosse, Napoli e Trento, daranno il via (fischio di inizio alle ore 14) al nuovo campionato di Serie B. Il torneo si concluderà il 28 maggio 2023 e prevede una sola promozione diretta in Serie A. La squadra classificatasi al secondo posto disputerà contro la penultima del massimo campionato uno spareggio andata e ritorno che metterà in palio una ulteriore opportunità di promozione. Retrocederanno in Serie C le ultime tre classificate.

Sono venti le convocate da parte di mister Dimitri Lipoff allo stadio Briamasco in casa del Trento. Assenti soltanto Mauri e Tamborini, che hanno già saltato la prima di Coppa Italia a Tavagnacco. Disponibili tutte le altre calciatrici della rosa e grande fermento in vista del match che aprirà il torneo di Serie B. “Siamo pronte – afferma il difensore Martina Di Bari -, lavoriamo per questo momento da ormai otto settimane e non vediamo l’ora di vivere le emozioni del campionato. Il Trento è una formazione neopromossa che davanti al suo pubblico può mettere in difficoltà chiunque, dovremo mettere in campo tutta la determinazione che abbiamo perché è importantissimo partire bene”.

Per la squadra campana sono attese da sfide stimolanti e ricche di insidie, oggetto di riscatto dopo l’amara retrocessione dello scorso campionato.

Leave a Reply

Your email address will not be published.