fbpx

Il Brillo Parlante: la Coppa Italia fa cagare

Il Brillo Parlante: la Coppa Italia fa cagare

© “NAPOLI-CREMONESE – COPPA ITALIA” – FOTO MOSCA

Sí, avete letto bene, la Coppa Italia fa cagare. Ma non lo dico io, lo pensano i tifosi. Ed anche gli allenatori.

Inter-Parma: tra gli 11 calciatori che hanno vinto da titolari la Supercoppa contro il Milan, solo in 3 (più il portiere Onana) sono partiti dal primo minuto in Coppa. E due su tre (Mykhitarian e Bastoni) sono anche stati sostituiti. Per primi. Chissà se negli ottavi di Champions ci sarà la stessa formazione.

Milan-Torino: stesso discorso. Tomori, Tonali e Diaz gli unici titolari in campo, oltre al portiere. E nel Torino il gol vittoria è stato segnato da Adopo che, dopo l’esordio alla prima, ha collezionato 21 minuti nelle successive 17 partite. Se non fosse stata la Coppa Italia, quindi, Juric non l’avrebbe mai fatto entrare.

Fiorentina-Sampdoria: chi passa non becca più il Milan ai quarti ma il Torino. Quindi con la possibilità di trovarsi in semifinale. Poteva essere la motivazione per spingere i tifosi viola allo stadio ma alla fine solo in 10 mila hanno fatto il sacrificio di guardarsi dal vivo un ottavo di Coppa Italia. Mentre più di 30 mila erano gli spettatori la settimana prima in Fiorentina-Sassuolo, ovvero una partita inutile di centro classifica.

Roma-Genoa: secondo Mourinho, Dybala è mezza Roma. Ed infatti Mou lo lascia in panchina contro il Genoa perché la Coppa Italia, come detto, fa cagare. Alla fine La Joya entra e segna un gran gol. Ma tanto il Genoa vuole tornare in A, mica fare strada in coppa Italia!

Napoli-Cremonese: Spalletti, rispetto alla Juve, ne cambia 10 su 11. Ma solo perché Sirigu è in partenza e non può rischiare di farsi male. E visto che la Coppa Italia non interessa a nessuno, viene designata ad arbitrare una donna, a cui manca il ritmo per correre dietro le due squadre e la conoscenza approfondita del regolamento. Ma tanto è Coppa Italia, mica campionato!

Atalanta-Spezia: mettere una partita infrasettimanale alle 15, in una città come Bergamo dove si lavora seriamente, non come al Sud (scherzo eh…), significa solo una cosa, la Coppa Italia fa cagare!

Lazio-Bologna: Luis Maximiano titolare è già un indizio importante sull’importanza della partita per Maurizio Sarri. Si scherza, chiaramente. Però mettere una partita infrasettimanale alle 18, in una città come Roma dove ci sono tanti turisti in giro a visitare le bellezze della capitale, non come al Nord (scherzo eh…) significa solo una cosa, la Coppa Italia fa cagare!

Juventus-Monza: Szczesny, Bremer, Locatelli, Alex Sandro, Kostic, Di Maria, Chiesa e Milik, tutti in panchina. Nemmeno Allegri c’era, squalificato. Ora però mi viene un dubbio, la Coppa Italia fa cagare veramente o la Juve era ancora sotto shock per la “mazziata” presa in campionato al Maradona? Adesso mi viene un dubbio, a voi no?

Leggi anche:

Leave a Reply

Your email address will not be published.