fbpx

La CONMEBOL omaggia Maradona durante il Mondiale in Qatar

maradona

Nella giornata di oggi, purtroppo, tutto il mondo sportivo, e non solo, ricorda la scomparsa di Diego Armando Maradona, avvenuta improvvisamente due anni fa. La CONMEBOL, ovvero la federazione calcistica sudamericana, ha reso omaggio al ‘Pibe de Oro’ durante la kermesse mondiale in Qatar. Infatti, a Doha, esattamente al Tree of Dreams, si è tenuto un evento per celebrare la grandezza di Diego con tanto di filmati e interviste, tra cui Gianni Infantino, presidente in carica della FIFA. Segue quanto riportato dal sito ufficiale del CONMEBOL.

“Sotto la stessa stella del 10”, l’evento organizzato dalla South American Football Confederation presso il CONMEBOL Tree Of Dreams di Doha, Qatar, è stato dedicato alla memoria di Diego Armando Maradona.
Circa 500 persone, tra tifosi, autorità, giornalisti e grandi esponenti del calcio mondiale, erano presenti questo venerdì 25, per ricordare il leggendario giocatore argentino, a due anni dalla sua scomparsa.
Quella in Qatar è la prima Coppa del Mondo senza la presenza del suo miglior promotore e protagonista, però, la CONMEBOL l’ha ricordato questo venerdì 25 novembre, come se non fosse mai dipartito, insieme a coloro che furono i suoi amici, colleghi e colleghe , cantando canzoni in sua memoria e presentando “La Pelota Que No Se Mancha”.

A margine dell’evento Gianni Infantino ha rilasciato alcune parole, proponendo che, d’ora in poi, in ogni Coppa del Mondo ci sia una giornata del ricordo di Maradona.

Diego è unico. Non dobbiamo solo rendere omaggio a Diego, ma anche celebrarlo perché ha fatto innamorare così tante persone del nostro sport e nessun altro è riuscito a farlo”.

All’evento hanno partecipato anche giocatori di altre generazioni come Diego Simeone, Javier Zanetti o Juan Pablo Sorín, oltre al brasiliano Mauro Silva, al paraguaiano Roque Santa Cruz e persino al bulgaro Hristo Stoichkov, commossosi ricordando l’idolo.

È arrivato al Mondiale con uno scopo, essere il migliore del mondo e ha esagerato dall’inizio alla fine. Come i grandi maestri della pittura, ha realizzato schizzi fino a completare la sua opera più meravigliosa davanti all’Inghilterra”, ha dichiarato Jorge Valdano, campione del mondo con Maradona nel 1986.

Leave a Reply

Your email address will not be published.