fbpx

Dionisi: “Possiamo mettere in difficoltà il Napoli, impatto Raspadori? Non sono sorpreso”

Dionisi: “Possiamo mettere in difficoltà il Napoli, impatto Raspadori? Non sono sorpreso”

©️ “DIONISI” – FOTO MOSCA

Alessio Dionisi, allenatore del Sassuolo, è intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match con il Napoli, in programma domani alle 15. Di seguito, le sue parole:

Sulla partita: “Rispettiamo tantissimo il Napoli, dobbiamo avere un pizzico di presunzione, ambizione, per pensare di andare là, avere le occasioni e ottenere un risultato positivo. Sapendo che possiamo essere la 16esima di questo elenco ma vorremo mettere in difficoltà il Napoli, che ora è quasi ingiocabile e sta ottenendo questi risultati con gioco, idee, organizzazione. Noi cercheremo di non snaturarci sapendo che dovremo difenderci bene e cercando di sfruttare le occasioni che ci meriteremo.

Domani dovremo fare una prestazione giusta, dovremo essere bravi perché la palla ce l’abbiamo anche noi, abbiamo la possibilità di mettere in difficoltà il Napoli. tutti sanno che il Napoli crea occasioni, ti mette in difficoltà e fa gol. Probabilmente ci metteranno molto in difficoltà ma noi dobbiamo mettere da parte l’ultima partita a Napoli, perché un minimo da lì dobbiamo attingere. Non abbiamo fatto bella figura e vogliamo fare bella figura e ottenere risultato”.

Su Raspadori: “Non mi stupisco di quello che sta facendo e di quello che farà che sarà migliore. Non mi sorprende e non lo farà nemmeno in futuro perché è destinato a ottenere grandi cose. Cosa gli dirò? Lo saluterò, sarò contento di vederlo, anche lui probabilmente sarà un po’ emozionato perché il Sassuolo è stata la sua squadra. Io posso esprimere un’opinione, non devo dare consigli. Lui ha solo bisogno di essere accompagnato, ora chi è a Napoli lo accompagnerà sicuramente”.

Su Ferrari e Berardi: “Ferrari è il capitano, ha scontato la squalifica, ma è importante il suo rientro. Chi ha giocato ha fatto bene perché poi abbiamo vinto ma rientra il capitano e non nascondo che potrebbe giocare. La sua assenza è pesante ma non solo in campo, è un leader a suo modo, ci sono tanti leader in una squadra, lui essendo il capitano è normale che si senta responsabilizzato da questa fascia. Berardi? Penso si stia allenando ancora ma non con la squadra, domani non sarà della partita, non so quando recupererà ma il fatto che si stia allenando è positivo”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.