fbpx

Il tribunale spagnolo non aiuta la Juventus

Il tribunale spagnolo non aiuta la Juventus

©️ “JUVENTUS STADIUM” – FOTO MOSCA

In attesa del verdetto della Corte Europea del Lussemburgo, la Superlega registra un successo parziale presso il tribunale di Madrid. La partita vera si gioca a Lussemburgo, ma la sentenza madrilena di questa mattina ha comunque la sua rilevanza.

Il verdetto di questa mattina è il terzo atto di una battaglia legale apertasi nella capitale spagnola nell’aprile del 2021, quando la Superlega fu formata e annunciata. I membri fondatori avevano chiesto di essere tutelati di fronte alle possibili sanzioni paventate da parte di Uefa e Fifa per aver tentato di organizzare il nuovo torneo.

Inizialmente la cosa era stata garantita dal giudice incaricato, ma Uefa e Fifa avevano fatto appello e la loro istanza era stata accolta, con la sentenza rovesciata. Ora la Audiencia Provincial dà di nuovo ragione ai membri della Superlega, Real Madrid, Barcellona e Juventus, ribaltando il verdetto del Tribunale Mercantile numero 17 di Madrid.

Risulta interessante leggere le motivazioni, perché si parla alla posizione di monopolio di Fifa e Uefa, che è lo stesso argomento al centro della causa che si discute in Lussemburgo, con verdetto (non appellabile) atteso per il mese di marzo.

La sentenza proibisce a Fifa e Uefa di poter sanzionare i club della Superlega e altresì di pubblicare comunicati che possano in qualche modo interferire con lo sviluppo del progetto Superlega. Il tutto sempre in attesa della sentenza della Corte Europea.

Leave a Reply

Your email address will not be published.