Napoli Femminile-Sampdoria, proteste per l’arbitraggio

Pistolesi Napoli Femminile

©️ “PISTOLESI” – FOTO MOSCA

La sconfitta maturata con la Sampdoria Women, al termine di una partita prolungata quasi fino al 99’, non è andata giù alla società partenopea. Questo il comunicato ufficiale diffuso dalla società:

“Il Napoli Femminile ritiene di aver subito una serie di decisioni arbitrali che hanno chiaramente penalizzato la squadra azzurra ed indirizzato l’esito della partita contro la Sampdoria. Tali decisioni seguono ad altri arbitraggi molto discutibili – in occasione delle partite con Milan e Juventus – che non sono piaciuti al club azzurro ma che, più in generale, non rendono giustizia allo sforzo ed ai sacrifici che il Napoli Femminile sta compiendo. Nonostante ciò, il Napoli Femminile non giustifica e prende nettamente le distanze da quanto accaduto oggi al termine della partita sul terreno di gioco dello stadio “Piccolo”. Lo stile del club è ben lontano da certi comportamenti che sono stati assunti nell’immediato post gara.”

Alessandro Pistolesi non ha preso bene la sconfitta: “Subire due espulsioni come quelle che abbiamo subito, vedere poi prolungare il recupero ben oltre quello concesso e addirittura incappare in un terzo rosso dopo il triplice fischio ci lascia basiti. Avevamo giocato meglio della Sampdoria, avremmo meritato di più e questo ci deve dare la forza di andare avanti con la consapevolezza del valore di questa squadra che anche a Roma contro la Lazio giocherà di squadra come ha dimostrato di saper fare”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.