fbpx

Pomigliano-Juventus Women: 1-2, onore alle pantere

Pomigliano-Juventus Women: 1-2, onore alle pantere

Il Pomigliano Femminile torna a calcare il manto erboso dello stadio “Ugo Gobbato” e lo fa a porte chiuse e contro un avversario di grande caratura quale è la Juventus per il quattordicesimo turno di Serie A. Le bianconere, dopo il beffardo pari col Sassuolo, sono chiamate ad una prestazione importante per provare a tenere il passo della Roma, in campo contro il Parma: le distanze contano cinque lunghezze della squadra di Montemurro da quella capitolina. Le pantere, invece, sono reduci dal successo contro il Como Women e -includendo la recente vittoria sulle blu reali– hanno ottenuto quattro successi nelle ultime sette gare giocate in Serie A.

I precedenti sorridono la formazione torinese che ha vinto tutti e tre i precedenti contro le granata, segnando sempre almeno tre gol (11 in totale) e non subendone alcuno: la Juventus è infatti l’unica squadra contro cui le campane non hanno ancora trovato la rete nel massimo campionato.

La partita

Sanchez conferma dieci undicesimi della squadra capace di battere il Como: Golob al centro della difesa con Apicella spostata sull’out di destra, unica novità. Fiducia in avanti al tandem Martinez-Amorim supportato da Battelani. Montemurro si affida ad un’esclusiva difesa a tre e al tridente Cantore-Girelli-Beerensteyn con Lenzini e Boattin sulle fasce.

La prima occasione della sfida è della Juventus e arriva dopo 5 minuti: Girelli, servita da Gama, ha un’opportunità nell’area piccola, uscita con i tempi giusti di Cetinja. Poco dopo ancora la numero 10 tenta la conclusione dai 20 metri, il portiere avversario si distende e la respinge. Traversone di Lenzini, Golob vince il contrasto in area con Beerensteyn che rimane a terra, gioco fermo. Riparte il Pomigliano spinto da Amorim che si rende pericolosa, buon lavoro di protezione di Salvai. Le bianconere insistono sulla sinistra, Fusini libera l’area. Al 20′ chance per le pantere, il direttore di gara assegna un calcio d’angolo a favore delle padrone di casa: Golob colpisce di testa, palla alta sopra la traversa. Subìto dopo si ripete la stessa scena, ma questa volta a favore delle ospiti: Girelli in acrobazia non inquadra la porta. Incredibile al 25′: lampo della squadra di Carlo Sanchez, incertezza nel controllo di palla difensivo delle campionesse di Italia e Ferrario insacca la rete dell’1-0. Il vantaggio della rosa campana dura soltanto tre minuti: colpo di testa di Cantore centrale, Cetinja non trattiene e sul rimbalzo Cantore da due passi non sbaglia e pareggia i conti. Calano i ritmi negli ultimi minuti del primo tempo, con le campane che provano ad alzare il baricentro.

Comincia il secondo tempo, nessun cambio durante l’intervallo. Buona iniziativa di Verena, Sembrant interviene in maniera efficace. Insiste la Juventus prima con Girelli e poi con Lenzini, si difende bene la retroguardia granata. Azione manovrata ancora una volta delle bianconere, Golob decisiva su Girelli. Al 58′ arriva il vantaggio della squadra ospite: una fulminante Beerensteyn, su cross di Grosso, spiazza Cetinja. Due minuti dopo l’arbitro assegna un calcio di punizione per le pantere: Ferrario dalla battuta serve Martinez dal limite, destro in orbita. Prova a reagire la formazione di Carlo Sanchez, molto insistente nonostante il risultato di svantaggio, dentro Novellino per dare un po’ di energie fresche, out Apicella. Di Giammarino riceve al limite dalla compagna appena entrata, piattone di prima intenzione, fuori di poco. Le padrone di casa dimostrano di essere ancora in partita con la ripartenza di Corelli che effettua un lancio, troppo profondo però, per Martinez. Forcing delle campane agli sgoccioli, le bianconere si difendono con ordine. Altro guizzo in area che porta la firma di Asia Bragonzi, l’ex della gara, controllo un po’ lungo e Aprile mette in sicurezza. Al 90′ clamoroso palo per il Pomigliano: sventagliata di Ferrario, Bragonzi addomestica per Corelli che esplode il sinistro, il legno salva Aprile.

Al 90+4′ arriva il triplice fischio: finisce 1-2 la sfida tra Pomigliano e Juventus.

Il tabellino

POMIGLIANO (4-3-1-2):  Cetinja – Rizza, Apicella (70′ Novellino), Passeri, Fusini – Gallazzi (77′ Bragonzi), Ferrario, Tatiely – Battelani (60′ Di Giammarino) – Martinez, Verena (60′ Corelli). All. Carlo Sanchez.

JUVENTUS (3-4-3):  Aprile – Gama, Sembrant, Salvai (55′ Rosucci) – Lenzini, Pedersen, Grosso (76′ Caruso), Boattin – Cantore (76′ Bonfantini), Girelli, Beerensteyn (86′ Cernoia). All. Joe Montemurro.

Marcatrici: Ferrario 25′, Cantore 28′, Beerensteyn 58′

Ammonizioni ed espulsioni: /

Arbitro: Giorgio Di Cicco (sezione di Lanciano).

Leave a Reply

Your email address will not be published.