fbpx

Meret-Ospina, il dualismo infastidisce l’entourage del classe ’97

meret ospina

© OSPINA E MERET – FOTO MOSCA

Contro la Fiorentina di Italiano pare che toccherà di nuovo ad Ospina difendere la porta azzurra. Dopo il ritorno di Alexander Meret tra i pali contro lo Spartak Mosca. Attualmente non è facile delineare chi sia il primo e chi sia il secondo portiere del Napoli, data la costante alternanza alla quale sono sottoposti.

Il ruolo del portiere è di sicurezza, garanzia e fiducia. Il portiere è colui il quale vede il campo meglio di tutti, colui che richiama una difesa disordinata. Insomma, un ruolo di cui i difensori debbono fidarsi ciecamente. In un’alternanza come quella a cui stiamo assistendo, creare questa chimica sembra difficile al momento, dato che nessuno dei due gioca costantemente. Nemmeno Luciano Spalletti in conferenza stampa è riuscito a dare una risposta esaustiva, limitandosi a spiegare semplicemente che sceglierà chi è nel miglior momento di forma. Ecco, quindi, come avere due validi portieri in organico rappresenta un’arma a doppio taglio.

Questo dualismo non sta convincendo l’entourage del classe ’97, il quale non gradisce quest’alternanza. Ragion per cui, si gioca una partita aperta per il rinnovo contrattuale, dato che il prolungamento ci sarà solo in caso di posto fisso.

Leave a Reply

Your email address will not be published.