fbpx

Colantuono: “Vogliamo ripetere la prestazione di domenica”

salernitana

© “SALERNITANA” – FOTO MOSCA

Stefano Colantuono, allenatore della Salernitana, ha parlato in conferenza stampa in vista della partita di domenica all’Olimpico contro la Lazio. Queste le parole del tecnico, che ha parlato soprattutto delle difficoltà legate alle assenze e a qualche acciacco fisico per i suoi.

SULLA PARTITA

Sulla carta è un match proibitivo, ma la gara col Napoli insegna e questo ci deve dare stimoli e fiducia. Serve una partita caratterizzata attenta. Dobbiamo essere pronti a soffrire, la superiorità dell’avversario è innegabile. Col Napoli abbiamo avuto 2-3 occasioni interessanti, loro hanno calciato poco perchè abbiamo fatto un buon lavoro. Mi aspetto una partita simile a quella di domenica scorsa. Sono i dettagli a fare la differenza”.

SU LASSANA COULIBALY

È reduce da un problema muscolare che lo ha tenuto fermo per un mese. È tornato ad allenarsi in gruppo ed è una notizia importante, ma va gestito senza bruciare le tappe”.

SU RIBERY

Ribery ha vissuto una settimana particolare perchè ha preso una botta contro il Napoli e abbiamo cercato di gestire il tutto in modo intelligente. Ma sta bene e si sta allenando. Stesso discorso per Gondo. Sono ottimista, è chiaro che nel prossimo allenamento proverò qualcosa di alternativo. Poi avremo quindici giorni di sosta per approfondire e andare ad insistere sui dettagli. Una squadra che vuole fare qualcosa di importante cerca di andare oltre questi momenti di emergenza”.

SU BONAZZOLI

“La Lazio ha caratteristiche molto simile a quelle del Napoli, però dietro concede qualcosa. Federico ha qualità, salta l’uomo e vede la porta. È un attaccante da area di rigore, a Venezia il suo gol è una dimostrazione delle sue potenzialità. Ma studiamo di volta in volta soluzioni alternative per essere un pochino imprevedibili. Mi prendo le prossime 24 ore per scegliere con equilibrio, occorre schierare la squadra più fresca possibile“.

SU GONDO

Domenica scorsa è sceso in campo perchè ha gamba per attaccare la profondità e sa attaccare il centrale che imposta il gioco. A me serve una squadra che pressi da subito, senza permettere all’avversario di ragionare e di guadagnare metri. Non so se farò le stesse valutazioni, anche perchè sta avendo qualche acciacco fisico”.

SU KASTANOS E ZORTEA

Grigoris è un calciatore valido, ma non ci sarà e non mi piango addosso. È una situazione che stiamo vivendo da settimane, non è una novità purtroppo. Zortea viene dall’Atalanta che sforna talenti di un certo livello. Non lo conoscevo bene, pensavo fosse più un esterno da 3-5-2. A me piace: strappa, ha corsa, crossa bene, ha margini di miglioramento. Continuità e fiducia fanno la differenza. Veseli invece ancora non è al top”.

SU SIMY

È arrivato tardi, non ha fatto la preparazione e paga anche qualche difficoltà della squadra. Il suo passato parla chiaro, non credo abbia dimenticato come si faccia gol. Deve solo ritrovare un po’ di condizione, a volte basta poco. È vero che a Crotone aveva Messias, ma qui c’è Ribery! Ha bisogno di ritrovare fiducia“.

Leave a Reply

Your email address will not be published.