Napoli, buco nel bilancio di 50 milioni

De Laurentiis

© ” DE LAURENTIIS”– FOTO MOSCA

La crisi che si è abbattuta sul mondo del pallone in conseguenza alla pandemia da Covid-19, sommata alla sfumata partecipazione alla Champions League per due anni consecutivi, hanno costretto il presidente del Napoli, Aurelio De Laurentiis a tirare i cordoncini della sacca. Insigne lo sa bene. Come riferisce l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, il bilancio 2020-2021 del club azzurro non è stato ancora reso noto. Tuttavia, i rumours stimano una perdita di almeno 50 milioni, in conseguenza del fatto che al 30 giugno 2020 era stata comunicata una perdita di 19 milioni con patrimonio netto di 126 milioni, liquidità di 124 milioni e zero debiti bancari.

La rosa attuale è il risultato delle spese messe a registro nelle tre annate precedenti. Dunque, questo Napoli è sostanzialmente il frutto di circa 360 milioni di investimenti, coperti per il 70% dalle cessioni. E in più c’è la quota degli stipendi. Negli anni De Laurentiis era riuscito a far quadrare i conti grazie alle qualificazioni in Champions e i relativi premi. Adesso il peso economico di una società forte comincia a farsi sentire sui bilanci, e senza quegli introiti, necessari per supportare le ambizioni di questo Napoli, la via non può che essere una sforbiciata ai contratti dei giocatori.

Leave a Reply

Your email address will not be published.