fbpx

Alla ricerca di talenti: Jupiler Pro League (Belgio)

Alla ricerca di talenti: Jupiler Pro League (Belgio)

Il calciomercato è alle porte, anche se la sessione estiva aprirà ufficialmente il primo luglio, sono diverse le squadre che hanno già messo a segno i primi colpi per rinforzare le proprie rose.

Tra queste è presente anche il Napoli, il quale ha già chiuso le trattative per portare alla corte di Spalletti la coppia Kvaratskhelia – Mathias Olivera.

Se sul terzino uruguagio già si aveva qualche informazione, il georgiano è la vera sorpresa del direttore sportivo Giuntoli. Un calciatore che abbina forza fisica a qualità e velocità. Le partite di Nations League, stanno evidenziando un Kvaratskhelia dominante in campo, che dimostra la propria egemonia sul terreno di gioco e tra i suoi compagni di Nazionale.

Dinanzi a tali prestazioni la domanda sorge spontanea: quanti giovani forti ci sono in giro per il mondo che non hanno la giusta visibilità a causa del campionato di bassa lega nel quale militano? E su quali di questi talenti potrebbe puntare il Napoli?

L’obiettivo di questa rubrica è proprio il seguente: andare alla ricerca di quei calciatori che non hanno la giusta copertura mediatica. Sarà un “tour in giro per il mondo” alla ricerca di gioielli. La prima fermata dice Jupiler Pro League (Serie A belga).

Il Belgio dispone di una delle Nazionali più forti in circolazione, grazie al lavoro fatto in patria nei vivai. I “Diavoli rossi” vantano nell’organico top player di primo ordine come: Kevin De Bruyne, Dries Mertens, Romelu Lukaku, Thibaut Courtois ecc.
Ma non vive di soli prodotti della casa la Jupiler Pro League, che nel corso degli anni ha messo in vetrina anche talenti esteri.

Yari Verschaeren

Il primo prospetto che andiamo a trattare è Yari Verschaeren dell’Anderlecht, club che lo ha cresciuto dal settore giovanile fino all’esordio con i grandi.

Stiamo parlando di un classe ‘01, trequartista di piede destro, perfetto nel 4-2-3-1 ma può ricoprire anche il ruolo di mezz’ala in un 4-3-3. Il fantasista dispone nel proprio bagaglio tecnico di una spiccata visione di gioco, capace di lanci lunghi e in profondità per i propri compagni.

In questa stagione può vantare 7 gol e 5 assist in 32 partite di campionato (ha sfornato una rete ogni 313 minuti), se andiamo a sommare anche i numeri delle Coppe arriva a 9 gol e 8 assist in 45 partite (inserendo il proprio nome nella lista dei marcatori una volta ogni 329 minuti).

In Belgio viene paragonato (con le dovute proporzioni) a Kevin De Bruyne, non a caso suo idolo e fonte d’ispirazione.

Yari Verschaeren, valore di mercato: 13 milioni

Joshua Zirkzee

Chi si ricorda di lui? Punta olandese di proprietà del Bayern Monaco che l’anno scorso militò nelle file del Parma. In Serie A non è riuscito a consacrarsi a causa dei tanti infortuni che lo hanno tenuto fermo ai box. Dopo l’esperienza in Italia, Zirkzee viene girato nuovamente in prestito nell’Anderlecht dove sfoggia tutte le sue qualità.

Anche lui giovanissimo, classe ‘01, un attaccante che fa della forza fisica il suo punto di forza (1,90 di altezza sostenuto da una massa di 89 kili).

Nonostante la sua stazza possa far pensare ad un calciatore lento, in realtà parliamo di un centravanti che dispone di una notevole velocità e agilità, dotato di un tiro potente e molto pericoloso nel gioco aereo.

La sua esperienza stagionale nella Jupiler Pro League dice 15 gol e 8 assist in 32 partite, a questi sommiamo i numeri delle Coppe che portano l’olandese a quota 18 gol e 13 assist in 47 partite, con una media realizzativa di un gol ogni 172 minuti.

Joshua Zirkzee, valore di mercato: 11 milioni

Sergio Gòmez

Siamo ancora tra le fila dell’Anderlecht. Arrivato dal Borussia Dortmund per 2,5 milioni lo scorso 30 giugno 2021, Sergio Gòmez ha avuto un impatto devastante in Belgio.

Il calciatore spagnolo classe 2000 ha fatto vedere di che pasta è fatto nel ruolo di terzino sinistro, ma non ha problemi a coprire quella fascia in ogni posizione, nascendo come esterno offensivo.

Le statistiche parlano chiaro: 7 gol e 15 assist in stagione, di cui 12 in campionato. Meglio di lui hanno fatto solamente Xavier Mercier (14 assist) e Junya Ito (16 assist).

Calciatore dal futuro roseo, deve limare la fase difensiva qualora lo si continuerà a usare basso.

Sergio Gòmez, valore di mercato: 10 milioni

Jhon Lucumì

Difensore centrale del Genk, colombiano di 23 anni. Jhon Lucumì si è attestato come uno dei più dominanti difensori della Jupiler League. Dotato di grande forza fisica, è un giocatore elegante e in grado di far ripartire l’azione dopo aver recuperato palla, uno di quei calciatori sui quali ti cade l’occhio vedendolo giocare. Il colombiano è noto per la sua qualità nel gioco aereo e per la sua capacità di interpretare anche il ruolo di centrocampista davanti la difesa. Su di lui sembra sia piombata l’Atalanta per rimpiazzare Demiral.

Jhon Locumì, valore di mercato: 9 milioni

Charles De Ketelaere

Parliamo di un predestinato, il diamante che tutte le squadre vorrebbero assicurarsi, il colpo che ogni fanta-allenatore avrebbe in canna per l’asta, ma limitiamoci a parlare di calcio.

Charles De Ketelaere è un trequartista del Club Bruges, e per molti è già un calciatore completo nonostante la giovane età di 21 anni.

Giocatore offensivo, mancino, molto abile sia in fase d’impostazione che negli inserimenti. Malgrado il fisico imponente (1,92 metri e 80 kili), è molto rapido nel dribbling e dotato di un grandissimo tiro.

Nasce come sottopunta ma non ha problemi a giocare come punta centrale o come esterno destro, come abbiamo detto prima il suo fisico gli permette di interpretare più ruoli.

La sua stagione in Jupiler Pro League dice 14 gol e 7 assist in 33 partite, nel totale annuale 18 gol e 10 assist in 49 gare (media di una rete ogni 230 minuti).

Charles De Ketelaere, valore di mercato: 30 milioni

Leave a Reply

Your email address will not be published.