La Juve Stabia non punge, 0-0 al Menti contro il Campobasso

La Juve Stabia non punge, 0-0 al Menti contro il Campobasso

©️ “JUVE STABIA” – FOTO MOSCA

Primo tempo

Walter Novellino si affida ancora una volta al 4-2-3-1 per la sua Juve Stabia. In attacco non c’è Evacuo, ma il giovane Della Pietra. A centrocampo dentro Altobelli dal primo minuto e fuori Berardocco. In panchina anche gli esperti Troest e Russo. Mister Mirko Cudini risponde con un offensivo 4-3-3: Rossetti guida l’attacco, Emmausso escluso dall’undici iniziale. Spettacolo sugli spalti del Romeo Menti: curva San Marco gremita e da Campobasso ben 250 tifosi al seguito della squadra. Arbitra il match Simone Galipò della sezione di Firenze.

Juve Stabia aggressiva fin dai primi minuti di gioco: pressing a tutto campo delle Vespe di mister Novellino. Difese ben organizzate e pochi varchi a disposizione, nel primo quarto d’ora di gara le due squadre faticano a creare occasioni da gol. Il primo tiro in porta arriva al 19’: Candellori ci prova da posizione defilata, blocca senza grossi problemi Sarri. Grande lavoro sulla trequarti da parte di Panico e Schiavi, ai gialloblù manca il guizzo decisivo negli ultimi metri.

Al 32’ conclusione dalla distanza di Panico, tiro ben indirizzato ma si oppone la retroguardia ospite. Il Campobasso crea scompiglio soprattutto sull’out di destra con Vitali, nessun pericolo, però, dalle parti di Sarri. Sul finire della prima frazione di gioco ci prova ancora il numero 11 delle Vespe: il tiro a giro dell’attaccante si spegne sul fondo. Si chiude così un primo tempo avaro di emozioni.

Secondo tempo

Il secondo tempo della Juve Stabia si apre subito con una doppia sostituzione ad opera di mister Walter Novellino: in mediana Berardocco sostituisce Altobelli, sulla trequarti fuori l’argentino Schiavi e dentro il giovane Stoppa. Al 50’ le Vespe si giocano anche la carta Felice Evacuo: il bomber trentanovenne entra al posto di Della Pietra. Pochi secondi dopo primo vero squillo della squadra gialloblù: Donati calcia da posizione defilata, la sfera si spegne di poco a lato. Al 57’ si fa vivo anche il Campobasso, il tiro di Rossetti viene bloccato abilmente da Sarri.

Il primo cambio tra le fila del Campobasso arriva al 65’: Cudini inserisce l’eclettico Emmausso, fuori Di Francesco. Proprio il nuovo entrato qualche minuto più tardi ci prova dal vertice dell’area di rigore: il tiro è insidioso, bravo il portiere della Juve Stabia a sventare la minaccia. Alla mezz’ora della ripresa al Romeo Menti si alzano i ritmi di gioco, entrambe le squadre vanno alla ricerca del gol del vantaggio. Bentivegna da una parte e Vitali dall’altra provano a cambiare, senza successo, le sorti del match. All’85’ Cudini sostituisce la punta Rossetti con il terzino Federico Pace, si copre il Campobasso. Sono cinque i minuti di recupero concessi dal direttore di gara. Al 91’ Vespe vicine al gol con Caldore: il difensore si coordina e lascia partire un destro insidioso dalla lunga distanza, palla di poco alta sulla traversa.

Si conclude 0-0 il match del Romeo Menti tra Juve Stabia e Campobasso. Un punto che smuove la classifica ma che non accontenta la squadra di mister Walter Novellino. Ottimo pareggio in trasferta, invece, per il Campobasso di Mirko Cudini.

Leave a Reply

Your email address will not be published.