fbpx

Gasperini: “Plusvalenze? Atalanta tirata in ballo in modo errato”

gasperini

©️ “GASPERINI” – FOTO MOSCA

Gian Piero Gasperini, allenatore dell’Atalanta, dopo il pareggio contro la Juventus ha commentato ai microfoni di DAZN la vicenda plusvalenze che ha visto coinvolto anche il club bergamasco. Di seguito, le sue parole:

“Questa è una situazione che si è creata nel calcio. Io sono un uomo di calcio, un uomo di campo. Sono felice quando un ragazzo arriva all’Atalanta, lo vedi crescere e va in una grande squadra. Questo è il mio compito. Il resto è nato da situazioni fuori campo. Io della Juventus ho un ricordo di quelli che hanno vinto il Mondiale dell’82, poi dei Trapattoni, dei Lippi, dei Ventrone, dei Vialli, dei Del Piero e tutti quelli che mi hanno permesso di formarmi. Il resto non è mia competenza. Plusvalenze vere e non fittizie? Abbiamo fatto quelle vere. A volte l’Atalanta è stata tirata in mezzo malamente, invece bisogna distinguere. E’ stata tirata in mezzo in modo errato”.

Il tecnico ha poi dato la sua chiave di lettura del match: “LookmanHojlundBoga come Ilicic-Gomez-Zapata? No, caratteristiche diverse. Zapata ha una grande fisicità, questo ragazzo straordinario di fisicità deve metterne ancora, ha solo 19 anni ed è destinato a crescere. Papu e Ilicic erano giocatori tecnicamente di altissimo livello, Boga e Lookman invece prediligono la velocità. Per la Champions ci siamo anche noi? Noi tutti gli anni, anche quelli migliori in cui siamo andati in Champions, all’inizio non sapevamo qual era il nostro traguardo. Ce lo siamo conquistati sempre strada facendo, rimanendo competitivi con squadre anche forti. La classifica ora è molto buona, ma è ancora tutto da giocare”.

Leggi anche:

Leave a Reply

Your email address will not be published.