fbpx

Salernitana, Sabatini: “Ribery, che umiltà. Fazio e Perotti meravigliosi”

Salernitana, Sabatini: “Ribery, che umiltà. Fazio e Perotti meravigliosi”

©️ “SABATINI” – FOTO MOSCA

Il ds della Salernitana, Walter Sabatini, ha rilasciato una lunga intervista alle colonne del Corriere dello Sport in cui ha raccontato il suo impatto con la nuova realtà e dei singoli.

Al secondo gol di Verdi su punizione contro lo Spezia ero impassibile di fuori, ma mi si è rotta una bottiglia dentro. Era tutta un’esplosione interiore. Verdi è un grande talento, ma deve essere benvoluto e al centro di una storia. Se lo emargini diventa un giocatore normale”, ha detto a proposito dell’ottimo inserimento del calciatore nell’ambiente Salernitana.

Poi, il ds si è espresso anche su Fazio e Perotti, due calciatori che aveva portato con sé già a Roma: “Una meraviglia averli qui. Sono venuti a stupire. Fazio è un capo, ha già superato le ruggini. Perotti, imprevedibilmente, è stato subito in grado di giocare. Era fermo da un anno. Ci sta mettendo un entusiasmo infantile”.

Sabatini è tornato anche sul primo approccio avuto con Franck Ribery: “Ribery il giorno dopo il mio arrivo, mi fa: ‘Direttore, io non ce la faccio più a stare a Salerno. La gente ride quando perdiamo. A me non viene da ridere quando perdo’. E io: ‘Ma dove vai, Franck, te ne vai ora che arrivo io?’. Il giorno dopo mi dice: ‘Ci ho ripensato, resto’. E io: ‘Guarda che lo scenario è cambiato, ho preso tanti giocatori nuovi, potresti non essere sicuro del posto’. ‘Vorrà dire che mi batterò…’. Che umiltà, i grandi come lui odiano perdere”.

Ed infine, un pensiero sul trasferimento di Vlahovic alla Juventus:Una roba ignobile. Insopportabile. Come fai a non avere nessuna riconoscenza per la società che ha creduto in te? Lo stesso vale per Donnarumma con il Milan. Qui entrano in gioco le qualità umane”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.