fbpx

Insigne: “Rinnovo? Penso a godermi il momento”

Insigne: “Rinnovo? Penso a godermi il momento”

© “INSIGNE-CONFERENZA” – FOTO MOSCA

Alla vigilia della seconda giornata di Europa League contro lo Spartak Mosca, il capitano del Napoli, Lorenzo Insigne ha parlato in conferenza stampa dal centro sportivo di Castel Volturno.

Riguardo Napoli-Spartak.

“Io sto bene, anche i miei compagni. Abbiamo fatto un grande allenamento come sempre e preparato bene la partita. Dobbiamo rimanere concentrati e con i piedi bene a terra perché la strada è lunga sia in campionato che in Europa. Non dobbiamo farci travolgere dall’entusiasmo che ci circonda, ma concentrarci sul lavoro e arrivare al massimo ad ogni partita. Dovremo essere pronti a fare il nostro gioco e arrivare a tutti i costi alla vittoria.”

Questo è il Napoli più forte da quando ci sei tu?
“Ho vissuto tanti Napoli e questo è uno dei più forti. Abbiamo qualità, ci stiamo esprimendo tutti al 100% e dobbiamo continuare così. Dobbiamo essere consapevoli della nostra forza, della nostra qualità che va messa in campo.

Ancora siamo amareggiati riguardo la non qualificazione in Champions. L’anno scorso mancava la cattiveria, ma quest’anno il mister sta lavorando molto su di questo. Abbiamo tante qualità, bisogna soltanto spronarci. Era parecchio che non mi divertivo.”

Sull’obiettivo in campionato.
“A noi brucia ancora non essere in Champions League. L’anno scorso dovevamo farcela, non l’abbiamo fatto e siamo arrabbiati ancora. L’anno scorso qualcosina ci è mancato, come la cattiveria, io in primis. Spalletti sapeva della nostra forza, della qualità della rosa e sta lavorando proprio su questa cattiveria. Io, Koulibaly, Dries e il mister stiamo provando a spronare tutti i compagni. Io in campo mi diverto. Era parecchio che non mi divertivo, anche in allenamento. E questo è importante perché se è così faremo grandi cose.”

Altri traguardi li raggiungerai quest’anno o l’anno prossimo?
“Facevi prima a dire il rinnovo. Io sono sereno, mi metto a disposizione e devo dare l’esempio da capitano. Io mi godo il momento, poi se arriva il gol sono contento. Tra Sampdoria, Leicester e Udine non è arrivato il gol ma sono felice della prestazione perché mi sono messo a disposizione. Io sto cercando di essere un esempio, rincorrendo gli avversari, così lo fanno anche gli altri.”

Osimhen può essere supportato ancora meglio da te in campo?
“Non solo da me, ma anche dagli altri. Conosciamo le sue potenzialità e si vedono anche in allenamento. Lui vuole sempre fare il massimo e fare gol, noi cercheremo di aiutarlo. Più lui fa gol più a noi va bene. Non dobbiamo però mettergli pressione addosso, è giovane, fortissimo, può ancora migliorare e non dobbiamo fare troppi paragoni.”

Leave a Reply

Your email address will not be published.