Spalletti: “Qualche errore commesso, partita non disastrosa”

Spalletti: “Qualche errore commesso, partita non disastrosa”

© SPALLETTI – FOTO MOSCA

Spalletti è intervenuto ai microfoni di SkySport dopo la sconfitta casalinga contro lo Spartak Mosca.

Il tecnico toscano ha prima di tutto fornito un’analisi del match. L’allenatore del Napoli ha sottolineato la difficoltà nel difendere sulle fasce: “Abbiamo sofferto un pochettino lì, poi ci siamo messi 5-3-1 e la partita era in controllo da un punto di vista tattico”, afferma. “Poi però in una situazione di queste li abbiamo lasciati partire abbastanza facilmente lì a sinistra e loro hanno creato superiorità numerica dentro l’area e ci hanno fatto il 2-1. E lì è stato un pochettino più difficile”.

Il Napoli ha giocato in inferiorità numerica per gran parte della partita, prima dell’espulsione di Caufriez. “Pensavo di poter riprendere la partita perché mancavano 10 minuti più il recupero”, afferma il tecnico a riguardo. “Invece abbiamo continuato a giocare un po’ in maniera confusionaria. Se fossimo stati un po’ più calmi, se avessimo fatto girare palla da squadra in parità numerica probabilmente avremmo fatto diversamente. Anche lì poi perdendo di ordine ci hanno fatto il terzo allora è diventato tutto più difficile”, conclude.

La gestione di Spalletti dopo la sconfitta:

Bergomi ha poi chiesto a Spalletti come intende gestire la sconfitta. “Diventa facile perché io ho già perso in vita mia”, afferma ironicamente. “È chiaro che poi quando ti abitui a vincere ed entri dentro lo spogliatoio che invece sei sconfitto, i calciatori rientrano con la testa bassa. Poi non è stata una partita disastrosa perché ci è capitato il pallone facile per andare sul 2-0. Se avessimo fatto quel goal là, insomma, avremmo vinto la partita. Quindi che si dice? Si dice che una partita si può perdere, che si può migliorare, si va a prendere quegli episodi che poi hanno fatto la differenza però da un punto di vista di impegno, c’è stato. Abbiamo commesso qualche episodio di leggerezza e qualche errore”.

Riguardo la situazione difensiva, dove talvolta alcuni giocatori giocano adattati, viene chiesto all’allenatore se in futuro questo punto potrebbe essere tenuto in considerazione per migliorare la rosa. “È un’analisi corretta”, afferma Spalletti. “È un discorso che avevamo già affrontato in passato. Però abbiamo anche Ghoulam che è fuori, che speriamo di recuperare perché è un uomo squadra, perché è un calciatore forte, fortissimo. Bisognerà vedere come torna poi nella partita vera, nella partita reale”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.