#CFDM: Che figura di m…, 6a giornata

#CFDM

Questa settimana, per la rubrica #CFDM (Che figura di m…), daremo la top 10 della 6a giornata di Serie A, ma non solo. Leggere fino alla fine…

10° posto: DAZN
Gli abbonati continuano a pagare, Dazn si continua a bloccare. #CFDM

9° posto: Handanovic
Tutti a criticarlo perché spesso non si butta sulle conclusioni nello specchio. Contro l’Atalanta si butta sul tiro di Malinovskyi, ma non ci arriva. Ancora una volta, si butta sul tiro da fuori di Malinovskyi e regala assist a Toloi, si abbassa sul tiro di Piccoli e la palla gli passa sotto il braccio. Menomale che il Var annulla. #CFDM

8° posto: Bonifazi
Nemmeno un minuto di gioco di Empoli-Bologna, la mente è lucida, non si sente ancora la stanchezza. Cross innocuo da destra, il difensore del Bologna fa una spaccata da ginnasta e manda la palla nella propria porta. #CFDM

posto: Mihajlovic
Dopo Bologna-Verona 1-0 disse che quest’anno avrebbe lavorato molto sulla fase difensiva e che sarebbe andato a San Siro a vincere per non staccarsi troppo dalle prime 7. Bene, 6 gol presi dall’Inter, 2 dal Genoa e 4 dall’Empoli. #CFDM

6° posto: Mourinho
È venuto alla Roma per dare ai giallorossi la mentalità vincente, soprattutto nelle partite che contano, tipo Lazio-Roma 3-2. #CFDM

5° posto: Godin
35 anni, tanti titoli in carriera ed esperienza da vendere. Però poi si trova di fronte un cavallo sbizzarrito come Osimhen e Diego, allo stadio di Diego, perde la testa per stargli dietro. Ad un certo punto lo trattiene per la maglia quasi da metà campo, lo fa entrare in area e gli fa una mossa da karate. Rigore. #CFDM

4° posto: Djidji
Qualche giorno fa, al minuto 90, decide di entrare a kamikaze su Muriqi in area e lo stende. Rigore e addio 3 punti. Posticipo del lunedì, Toro in vantaggio sul Venezia, ultimi minuti, legge in ritardo il tacco di Johnsen per Okereke, così decide di stendere il nigeriano. Altro rigore e altra vittoria negata al suo Torino. Tranquilli, nel derby con la Juve non ci sarà. #CFDM

3° posto: Di Marco
Big match Inter-Atalanta, rigore nel finale per i padroni di casa. E chi lo tira adesso? Ci penso io ragazzi, state sereni. Un gol sotto la curva al novantesimo non ha prezzo. Prendo la palla, la metto sul dischetto, guardo il portiere e boom, traversa. #CFDM

2° posto: Mazzarri
A Napoli ha fatto grandi stagioni ma quando le cose non andavano bene, aveva sempre la toppa a colori. A Cagliari si sta superando, contro il Napoli ha visto una grandissima prestazione dei suoi che potevano anche andare in vantaggio meritatamente nel primo tempo. Poi ci sono i numeri che parlano di sardi quasi mai oltre la metà campo, 70% di possesso palla Napoli, 15 conclusioni a 0 ecc. ecc. #CFDM

1° posto: Giovanni Alosi
E chi è, vi starete chiedendo. Questa settimana facciamo uno strappo alla regola e diamo la medaglia d’oro ad un allenatore di calcio dilettantistico che durante una partita di 1a categoria, Oleggio-Carpignano, decide di dare un pugno in faccia al giovane arbitro. Da dietro. Lui 47 anni, direttore di un’azienda in Piemonte (solo a Napoli poteva succedere…) che dà un pugno ad un arbitro di 21 anni, che poteva essere suo figlio. Non potevamo non premiarlo. #CFDM STORICA!

Leave a Reply

Your email address will not be published.