Pillole di fantacalcio, 6a giornata

Pillole di fantacalcio, 6a giornata

Spett.le Sportdelsud,
provando a dare continuità a quella che può essere una simpatica rubrica, invio la mia terza lettera dedicata alle pillole fantacalcistiche.
Per ogni appassionato di calcio e fantacalcio questo è un periodo magnifico: si gioca ogni 3 giorni e si sta sempre dietro alle probabili formazioni, interrogandoci sui giocatori da schierare in base anche all’indice di appetibilità.

In realtà, il turno infrasettimanale è “bastardo”, perché mentre le big sono attrezzate per il turnover – abituate a giocare ogni 3 giorni con rose ampie per affrontare le fatiche delle competizioni europee – le più piccole, invece, hanno un indice di titolarità ben definito: la coperta è corta. Molto spesso – infatti – guardando le “probabili”, tendiamo a garantirci gli undici di partenza titolari. Ma potrebbe essere un rischio: giocatori stanchi di media/bassa classifica, potrebbero rendere prestazioni notevolmente al di sotto del loro valore.

Quindi il mio consiglio per la giornata è il seguente: sfruttate anche i subentrati. Con le 5 sostituzioni c’è una buona possibilità che giochino tutti gli appetibili al bonus. Ad esempio un Brahim Diaz, che dovrebbe essere relegato in panchina, gode comunque di un buon stato fisico, ed oggi con molta probabilità potrebbe entrare a partita “in corso” contro una rosa stanca e risultare determinante. Rischiate soprattutto i top anche se non in campo dal primo minuto, ovviamente coprendovi.

Schierate anche i giocatori non scontati, mentre gli assoluti titolari – titolarissimi -al terzo turno consecutivo evitateli.

Controllate sempre anche indice di schierabilità in base alla difficoltà della partita e andate per esclusione. Ora, facciamo i nomi.

I pro di oggi sono:

  • Sirigu, proveniente da ottime prestazioni garantisce voti sempre alti, in una Serie A dove si sta segnando tantissimo lui può garantire comunque una somma gratificante;
  • Odriozola, ottimo esterno che si sta ambientando in Italia, affronterà un Udinese con notevoli problemi sulla fascia opposta;
  • B. Diaz, dalla panchina o meno al momento è il top nel suo ruolo. Imprendibile;
  • Mancuso, ha già dimostrato di essere da Serie A, contro il Bologna in casa mi aspetto sfracelli.

Contro:

  • Audero, contro la sua ex squadra diciamo che paga sempre un po’ l’emozione, in realtà la Juve è in risalita e non può permettersi passi falsi. Il portiere italo-indonesiano ne pagherà le conseguenze;
  • Dumfries, partita ostica sugli esterni contro Gosens in netta ripresa;
  • Marin, il centrocampo del Napoli fisico e tattico è l’avversario peggiore in questo momento;
  • Abraham, ho come l’impressione che quest’anno il derby sia della Lazio, potrebbe anche patire la sua prima stracittadina.

Leave a Reply

Your email address will not be published.