La Fiorentina acquista un calciatore che al Napoli serviva come il pane

Cristiano Giuntoli chiude il calciomercato rinforzando la panchina di Spalletti, ma l'acquisto che serviva al Napoli lo ha fatto la Fiorentina.

giuntoli
Articolo di Redazione SDS01/02/2023

©️ “GIUNTOLI” – FOTO MOSCA

Il calciomercato si è concluso da poche ore e il Napoli ha terminato la propria campagna acquisti portando ai piedi del Vesuvio Bereszynski e Gollini. Cristiano Giuntoli è andato a rinforzare la panchina a disposizione di Luciano Spalletti, lasciando invariata la formazione titolare.

I partenopei si confermano la rosa più attrezzata e più completa della Serie A, ma il vero colpaccio che avrebbero dovuto fare i partenopei lo ha fatto invece la Fiorentina, prelevando dalla Sampdoria il marocchino Abdelhamid Sabiri.

Il club viola si è assicurato le prestazioni del centrocampista blucerchiato su una cifra di appena 2 milioni di euro, complice anche il contratto in scadenza del calciatore, offrendo a quest’ultimo un accordo fino al 2026.

Sabiri terminerà la stagione con la maglia della Samp, per poi iniziare una nuova avventura sotto la guida di Vincenzo Italiano a partire dal prossimo campionato.

Perchè Sabiri faceva comodo al Napoli

Abdelhamid Sabiri è un giocatore che al Napoli avrebbe fatto più che comodo. Non solo perchè la Sampdoria lo ha letteralmente regalato vendendolo a 2 milioni di euro, ma per la duttilità del calciatore e per le proprie caratteristiche.

Capace di svariare dalla cabina di regia, al ruolo di sotto-punta, passando per l’esterno sinistro, Sabiri vanta un piede molto educato che lo rende pericolosissimo sui calci piazzati.

Proprio il grande punto debole del Napoli, il quale non ha un vero e proprio uomo incaricato di battere punizioni e calci di rigori. Basti pensare che i partenopei non trovano la rete direttamente su calcio di punizione dalla stagione 2020/21 durante un Napoli-Crotone vinto 4-3 al Maradona dove gli azzurri trovarono il gol da calcio di punizione con Dries Mertens.

Il dato dei calci di rigori, invece, è allucinante se si pensa che lo vanta la squadra prima in classifica: 8 rigori assegnati al team di Luciano Spalletti con 2 errori e 5 rigoristi cambiati.

Il Napoli resta la squadra più attrezzata, ma i calci piazzati rimangono il grande punto debole della rosa partenopea.