Caso Marciniak, parla l’arbitro: “Mi dissocio da qualsiasi azione razzista”

L'arbitro Marciniak ha parlato sui suoi profili social per dissociarsi dalle voci che lo vedono coinvolto in movimenti politici di estrema destra.

Articolo di Redazione SDS02/06/2023

Nelle ultime ore l’arbitro Szymon Marciniak è finito nell’occhio del ciclone per alcune notizie che lo vedono coinvolto in eventi organizzati da leader di estrema destra.

Le voci girate su di lui rischiano di fargli saltare la finale di Champions League del 10 giugno tra Inter e Manchester City. Per questo motivo, Marciniak ha parlato suoi suoi social per dissociarsi da qualsiasi azione razzista e antisemita che è stata affiancata alla sua persona nelle ultime ore:

“In relazione alle notizie dei media, dichiaro di non aver mai sostenuto o legittimato alcun partito, organizzazione politica o singoli politici e mi dissocio nettamente da qualsiasi punto di vista, dichiarazione e azioni estreme, razziste o antisemite. Sulla copertura mediatica di oggi dichiaro di non aver mai sostenuto né legittimato alcun partito politico, organizzazione o singolo politico. Mi dissocio, con forza e chiarezza, da qualsiasi tipo di opinione, affermazioni o azioni radicali, razzisti o antisemiti“.

Leggi anche: