Di Lorenzo: “L’umore della città dipende da noi, scudetto? È presto”

Giovanni Di Lorenzo si sofferma sule chance scudetto e l'amore dei tifosi verso il Napoli: le parole del terzino.

Articolo di Redazione SDS03/02/2023

© “DI LORENZO” – FOTO MOSCA

L’amore che i tifosi regalano ai propri beniamini è forte, immenso: ogni calciatore del Napoli ha sempre pronunciato parole in tal senso quando è stato chiamato a parlare dei propri fan. Giovanni Di Lorenzo non è stato da meno e, nel corso dell’intervista pubblicata dalla Serie A Tim su YouTube, ha rilasciato qualche parola sull’impresa scudetto e sulla responsabilità di vestire questa maglia, dato il sentimento ricevuto in cambio. Le sue parole:

Gli inizi della sua carriera: “La gioia più grande è segnare, quindi anche io ho iniziato a giocare come attaccante e facevo tanti gol. Mi affibbiarono il soprannome “Batigol”. Avevo un desiderio, però, quello di diventare un calciatore, a prescindere dal ruolo, e per fortuna grazie a tanto lavoro si è avverato”.

Sui tifosi: “Indossare la fascia mi riempie di orgoglio, è una bella responsabilità. Ero contentissimo del fatto che il mister mi avesse scelto, ma è stato ancora più bello vedere l’approvazione da parte dei compagni, anche di quelli che lottano per questi colori da più tempo, come Meret o Zielinski. Cerco di meritarmela e rappresentare al meglio lo spogliatoio.

Se ci sta una cosa che ho capito e che l’umore della città dipende dal nostro risultato, abbiamo una responsabilità in più verso la nostra gente. Sarei falso a dire che non abbiamo una grande opportunità: ma mancano troppe partite, non molleremo comunque di un centimetro e continueremo così”.

Leggi anche: