FOTO – Napoli-Real Madrid, l’abbraccio liberatorio degli Ancelotti al triplice fischio

Il ritorno a Napoli di Ancelotti è stato tanto vittorioso quanto sofferto, il lungo abbraccio liberatorio con il figlio Davide ne è una prova.

Articolo di Redazione SDS04/10/2023

©️ “ANCELOTTI” – FOTO MOSCA

Il ritorno a Napoli di Carlo Ancelotti è stato tanto vittorioso quanto sofferto. A darne conferma è il lungo abbraccio liberatorio con il figlio Davide arrivato al triplice fischio. La Gazzetta dello Sport si è soffermata su questo episodio:

“Anche il Real – nemmeno c’è bisogno di dirlo – è una grande d’Europa, e il Napoli ha pagato sulla propria pelle ciò che questa squadra ha dentro di sé. La formazione di Garcia è andata in vantaggio, è stata scavalcata, ha rischiato il crollo e poi si è rimessa in pari grazie a un rigore che Ancelotti – ci teneva a vincere davanti a De Laurentiis, nell’abbraccio finale al figlio Davide ha scaricato una tensione speciale – ha garbatamente contestato. Poi, il colpo finale. Una carambola? No, un gran tiro di Valverde. Bellingham ha impressionato chi lo conosce poco, ma il Napoli se l’è giocata quasi alla pari. Non è, almeno non ancora, la squadra perfetta, quasi inarrestabile della scorsa stagione, però la doppia sfida con l’Union Berlino dovrebbe aprire agli azzurri le porte degli ottavi”.

Lo stesso allenatore ha confessato in conferenza stampa di essersi trovato in difficoltà contro la squadra azzurra: “È stata una partita difficile, combattuta dall’inizio alla fine. Abbiamo cominciato a giocare dopo il gol preso, abbiamo sofferto dopo il rigore che è molto dubbio. Modric poi ci ha dato una mano a controllarla e l’abbiamo portata a casa nel finale”.