La vittoria che offusca la vista: Inzaghi crede allo scudetto

Simone Inzaghi, tecnico dell'Inter, commenta ai microfoni di DAZN la vittoria per 2-0 contro il Lecce.

inzaghi interFoto Mosca
Articolo di Redazione SDS05/03/2023

©️ “SIMONE INZAGHI” – FOTO MOSCA

Simone Inzaghi, tecnico dell’Inter, commenta ai microfoni di DAZN la vittoria per 2-0 contro il Lecce: “Abbiamo fatto una ottima partita con l’approccio giusto e non abbiamo abbassata l’intensità. Il secondo gol ci ha agevolato, è stata una vittoria meritata contro una squadra che ha dato fastidio a molti. Siamo stati intensi e determinati, corso della gara può succedere qualche imprevisto ma non ci siamo mai disuniti restando sempre squadra”.

Era la partita che vi aspettavate?
“Il Lecce è una squadra aggressiva, avevamo bisogno di grande mobilità e così l’avevamo preparata. I ragazzi hanno tenuto una grandissima concentrazione dall’inizio alla fine”.

Lautaro leader?
“Ce ne sono tanti di leader, Lautaro è qua da tanti anni e sta avendo un rendimento costante: è un giocatore importante come lo sono i suoi compagni. Dobbiamo continuare così e vincere più partite possibili”.

Rimpianti?
“Sicuramente si poteva fare di più però in questi 18 mesi abbiamo fatto cose buonissime. Dobbiamo tenere sempre alta la concentrazione come stasera”.

La crescita di Gosens?
“Al di là di queste ultime due gare è tanto tempo che mi sta convincendo negli allenamenti, è un ruolo difficile quello di subentrante e mi sta soddisfacendo molto”.

Quanto le manca lo scudetto?
“Si lavora quotidianamente per quello, è giusto cercare sempre di migliorarsi analizzando le cose che non vanno. Il domani è lo Spezia che sarà un’altra partita molto impegnativa”.

La prestazione di Dzeko?
“Dzeko ha fatto una ottima gara, sempre al servizio della squadra e non era semplice. Adesso riavremo anche Correa, giocando ogni tre giorni ci sarà bisogno di tutti”.

Dumfries?
“Stasera è partito con due palloni non giocati bene, dopo il Mondiale è tornato un po’ scarico ma si sta allenando bene e ha fatto una grande azione sul secondo gol”.