Pandev senza freni: “A Pechino partita rubata, solo così potevano vincere”

Goran Pandev torna a parlare della finale di Supercoppa contro la Juventus in quel di Pechino. Il macedone sentenzia senza peli sulla lingua.

Pandev Napoli
Articolo di Giovanni Santaniello05/10/2022

Il macedone Goran Pandev è intervenuto ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli per parlare del grande momento che stanno attraversando gli azzurri e, nel corso dell’intervista, l’attaccante ex Inter si è anche soffermato sulla Supercoppa persa contro la Juventus a Pechino.

Raspadori? “È un ragazzo giovane, ha grande qualità e personalità. Viene dal Sassuolo dove non ci sono tanti tifosi, Napoli non è una piazza come le altre ma lui ha dimostrato tutte le sue qualità davanti ad un tifo caldo. Se il Napoli ti prende a quella età è perchè vuole investirci sul serio, la società non sbaglia questi acquisti. Il Napoli ha calciatore veloci, forti e tecnici. Anche la coppia difensiva si sta comportando bene. Spero possano portare un trofeo a fine stagione, la gente se lo meriterebbe”.

Goran Pandev torna sull’espulsione di Pechino durante la sfida di Supercoppa italiana tra Napoli e Juventus: Ricordo ancora oggi quella sera a Pechino, ci rubarono la partita. Solo così potevano vincere, buttandoci fuori 3-4 persone”. 

Su Elmas: “È cresciuto tanto, lui è un grande talento. Nell’ultimo anno è migliorato tatticamente, gli ho spiegato alcune cose. Lui deve stare tranquillo ed ascoltare il mister.Il Napoli è sulla strada giusta per vincere qualcosa d’importante. Può essere l’anno giusto per lo Scudetto”.