Ex procuratore FIGC: “Fossi juventino mi preoccuperei, arriveranno altre sanzioni”

L'ex procuratore FIGC Marco Di Lello ha messo in guardia i tifosi juventini in vista delle prossime tappe giudiziarie.

JuventusFoto Mosca
Articolo di Redazione SDS08/02/2023

©️ “JUVENTUS” – FOTO MOSCA

L’ex procuratore FIGC Marco Di Lello ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di CalcioNapoli24 sull’inchiesta che riguarda la Juventus. Lo scenario dipinto non è affatto incoraggiante per i tifosi bianconeri:

“Fossi uno juventino mi preoccuperei molto di quello che ancora deve arrivare. La vicenda stipendi è ancora più pericolosa per quelle che saranno le sorti della società bianconera. Ci sono 63 milioni che risulterebbero non da pagare, ma che risulterebbero pagati nelle annualità successive. Questo è espressamente vietato da codice di giustizia sportiva.

La sanzione può andare da una ammenda che va da una a tre volte l’importo non dichiarato, che significa che solo per la manovra stipendi ipotizziamo ad un massimo di 190mln di euro, sempre senza la carta Ronaldo. La sanzione può arrivare anche a punti di penalizzazione sino alla revoca degli scudetti e l’esclusione dal campionato, che mi sembra eccessivo. Realistico invece mi sembra una penalizzazione e una sanzione pecuniaria”.

Leggi anche: