Gasp, hai visto Malinovskyi? PSG di Fabián ko!

Gasperini lascia partire Malinovskyi, perché a sua detta cercava troppo spesso il tiro da fuori; con il Marsiglia, il trequartista ha buttato fuori il Psg di Fabián con la stessa soluzione.

Gasperini
Articolo di Ruben Zaccaria09/02/2023

©️ “GASPERINI” – FOTO MOSCA

Nel corso di questa stagione di Serie A è emerso un dato: si cerca con meno frequenza il tiro da fuori. Esempio lampante è il Napoli, migliore attacco del campionato che ha messo a segno una solo reta distante dall’area di rigore. Quella meravigliosa di Kvaratskhelia contro il Monza.

In estate, tra i partenti, figurava Fabián Ruiz, accasatosi a Parigi. Lo spagnolo aveva nel tiro dalla distanza la sua migliore qualità. Con la sua cessione, la squadra di Spalletti ne ha però guadagnato in dinamicità, e in prestazioni, pur privandosi di quella che può essere una soluzione in più.

Soluzione che può far vincere una partita, come successo ieri in Coppa di Francia: a mettere a segno il goal vittoria, proprio contro il PSG, è stata una “vecchia” conoscenza del nostro campionato. Si tratta di Ruslan Malinovskyi, andato in rotta con Gasperini. Il tecnico, che più di una volta ha logorato i rapporti con i suoi ragazzi, ha dichiarato che il giocatore cercasse il tiro da fuori troppo spesso.

Il trequartista si è difeso, affermando che i suoi tentativi non fossero così frequenti come detto dal tecnico. E ieri, al 57′, su un pallone ribattuto, l’ex Atalanta si è avventato scaricando un clamoroso sinistro in rete. Malinovskyi contro Fabian, che ha giocato 90 minuti; ha vinto l’ucraino.

E ha vinto anche il Napoli, privandosi di quella soluzione ingannevole, senza la quale ha trovato una dimensione di gran lunga migliore. Ha perso Gasperini, che ha lasciato partire un giocatore di qualità, che appena ha spazio sa risolverti una partita.