Salernitana, Inzaghi: “Il nostro pubblico merita la lotta. Firenze? Un incidente di percorso”

Pippo Inzaghi presenta il match contro il Bologna in conferenza stampa.

Filippo Inzaghi
Articolo di Redazione SDS09/12/2023

© “INZAGHI” – FOTO MOSCA

La Salernitana è chiamata a dimostrare, contro il Bologna, che la vittoria contro la Lazio non è semplice frutto del caso. In vista della partita, come di consueto, Pippo Inzaghi ha presentato la gara in conferenza stampa, rispondendo alle domande dei giornalisti. Di seguiti vi proponiamo le sue parole:

Il presidente ieri ha incontrato la squadra. Cosa vi siete detti?
“Anzitutto lo ringrazio perchè la sua presenza è una marcia in più. Ha fatto un bellissimo discorso alla squadra, spero che i ragazzi possano capirlo. Vedere un presidente così entusiasta deve essere uno stimolo per ripetere la grande gara fatta con la Lazio. Iervolino e i tifosi meritano gare di quel genere e sono convinto che faremo una partita di un certo livello”.

A due giorni dalla partita il direttore sportivo dice che è stato un errore trattenere Dia
“Io penso che il direttore sportivo abbia lanciato un messaggio: vuol vincere le partite. Stop. A volte i titoli dei giornali vengono enfatizzati. Io so che Dia si è allenato benissimo e che tutti vogliamo tornare al successo. Non ho altro da aggiungere”

È preoccupato da questa discontinuità di prestazioni?
“Non sono assolutamente preoccupato. Non guardo indietro, sono sereno e il bicchiere è mezzo pieno. La partita di Firenze non è stata soddisfacente e domani dimostreremo alla gente e alla società che è stato solo un incidente di percorso. Abbiamo conquistato 4 punti nelle ultime tre partite e con questa media ci possiamo salvare”.

Ha lavorato sulla difesa dopo gli errori di domenica?
“Non parlerei di un solo reparto, è la fase difensiva che deve essere incisiva. Ho sei calciatori a disposizione, chi dà garanzie scende in campo. Il terzetto si sceglie in base all’atteggiamento avuto durante la settimana. Con me, ad esempio, Pirola ha sempre giocato. Quando sono arrivato ho provato a trasmettere fiducia, solo con la compattezza possiamo subire meno gol.

Davanti la rete la possiamo trovare sempre, sono i numeri difensivi che vanno migliorati. Se ci soffermiamo su Firenze è logico essere preoccupati, se faccio un bilancio delle prime sei gare devo essere soddisfatto e i progressi sono sotto gli occhi di tutti. E’ importante cambiare atteggiamento, secondo me dal mio arrivo abbiamo sbagliato soltanto il primo tempo dell’Artemio Franchi. Sono sicuro sia stato un incidente di percorso. Affronteremo un altro avversario fortissimo, ma con la partita perfetta possiamo portare a casa l’intera posta in palio. Sono arrivato da poco tempo, ma abbiamo portato a casa 4 punti nelle ultime 3 gare e sapete tutti che situazione ho trovato”.

Il Verona ha pareggiato con la Lazio, le altre hanno fatto colpi con le big. Lei come vuole chiudere l’anno?
“Voglio vedere una Salernitana che lotta. Non fai 4 punti contro Sassuolo e Lazio se non hai lo spirito giusto. Imparare dai propri errori deve essere una virtù. Abbiamo un pubblico che merita la lotta. Poi potremo giocare bene o giocare male, ma anche nelle giornate storte voglio vedere un gruppo che combatte. In questo modo possiamo portare dalla nostra parte l’episodio anche nelle gare sporche”.

Quando è arrivato a Salerno lei disse che era importante lavorare sulla testa dei giocatori. A che punto è questo lavoro basato sull’autostima?
“A inizio settimana ho fatto vedere ai ragazzi la partita con la Lazio. Qui c’è un ambiente già molto negativo e pare non si voglia far caso a ciò che stiamo costruendo. I calciatori mi hanno confermato che è stata una battuta a vuoto. Cose che possono capitare…ma che non devono ripetersi. Sono molto fiducioso per la gara di domani, vedrete che il gruppo dimostrerà alla gente e alla società che devono credere in noi e in quello che stiamo facendo”.