Ag. Zerbin: “È da Napoli, sarà valutato in ritiro”

Giulio Marinelli, membro dell'entourage di Alessio Zerbin, parla del futuro del ragazzo: tra Napoli, Frosinone e la possibilità di vederlo in azzurro.

Articolo di Redazione SDS11/04/2022

A Radio Marte nel corso della trasmissione “Si gonfia la rete” è intervenuto Giulio Marinelli,membro dell’entourage dell’azzurro (in prestito al Frosinone) Alessio Zerbin:

Diciamo che il paragone con Insigne nasce soltanto dalla posizione che prediligono occupare in campo. Zerbin a modo suo è un giocatore sempre, cresciuto sempre e tanto nell’arco di questa stagione, invito chi l’ha valutato a ottobre dovrebbe vederlo adesso. Può giocare in Serie A con un potenziale di alto livello, ha la cilindrata per far bene in Serie A. Ha fatto 8 reti da esterni, francamente ne potrebbe fare anche di più. Se migliorerà in fase di conclusione ci riuscirà.

Giocare nel Napoli? Sarebbe più facile che giocare in una squadra di livello inferiore, perché no. Siamo convintissimi che ci possa stare, dovrà crescere ancora ma sicuramente in una squadra propositiva come il Napoli potrà starci. Dai segnali che abbiamo noi sicuramente intendono puntarci, portarlo in ritiro e valutarlo con attenzione. Lui non è più tanto giovane e ha ragione, perché  un ’99. Ci vuole più coraggio ma quando hai dei calciatori come Zerbin e Gaetano, che sono già tuoi, può essere un’ottima idea riportarli dentro. Gaetano è diventato un centrocampista, ruolo che aumenta le sue caratteristiche tecniche minimizzando il gap.

Chance Scudetto per il Napoli? Penso che la gara con la Fiorentina sia stata bellissima, ho sentito dire che Osimhen non stava molto bene e ci credo. Sono convinto che il Napoli abbia ancora molte carte, perché a differenza di altre è partita come outsider e ha le qualità per arrivare in fondo”.