Spalletti: “Dobbiamo distruggerci sul campo per il nostro obiettivo”

Il Napoli batte la Cremonese e prosegue la sua marcia in vetta alla classifica. Il tecnico Luciano Spalletti analizza la gara in conferenza stampa.

Articolo di Redazione SDS12/02/2023

©️ “ESULTANZA FINE GARA NAPOLI” – FOTO MOSCA

Il Napoli batte la Cremonese e prosegue la sua marcia in vetta alla classifica. Il tecnico Luciano Spalletti analizza la gara in conferenza stampa.

Quanto vale questa vittoria? “Inizio complicato, poi l’abbiamo governata. Vincere una serie di partite così non è facile, quindi le difficoltà strada facendo ti aumentano sempre perchè crei anche più forza agli avversari con cui ti confronti. Rimanere sempre concentrati diventa difficile, involontariamente si abbassano un pochino certe cose. Siamo forti, ma se non ci mettiamo tutto quello che serve, questo forte non lo troviamo. Ed è lì che possono subentrare le difficoltà, devi essere bravo a lanciare messaggi alla testolina perchè altrimenti quel massimo non lo trovi e diventi una squadra normale. Nel primo tempo abbiamo fatto fatica, siamo stati i più disordinati di sempre, perdendo troppi palloni in mezzo al campo. La Cremonese poteva giocare libera di testa per assurdo, ci ha fatto spendere molte energie. Loro hanno messo molte palle tagliate in mezzo e la difesa ha fatto un lavoro splendido. Nel secondo tempo tutta un’altra roba, è venuta fuori la nostra qualità”.

Elmas ancora in gol: il 17° di un subentrante “Questo riguarda il discorso di prima, perchè se entri con la testa giusta poi fai buone cose. Elmas? L’ho già detto tante volte, per quello che mi fa vedere meriterebbe di giocare titolare. A volte mi dispiace non farlo partire dall’inizio ma poi lui riesce sempre a dare un grande contribuito, ha la felicità di giocare accanto al compagno”.

Sui numeri eccezionali nelle due fasi “Per essere una squadra forte bisogna avere un pochino di tutto. Se lasci per strada dei punti in questa gara non li ritrovi più, ci sono cose che devono essere ben chiare. Stasera era una partita assolutamente da vincere, così come quella in Coppa Italia, anche se è andata diversamente. Quando succede è perchè non hai dato la giusta considerazione all’importanza della partita. Noi generiamo stimoli all’avversario con i nostri risultati”.

Nel finale i compagni cercavano Osimhen per fargli fare altri gol “Noi lo cerchiamo perchè ha le qualità, non perchè vogliamo fargli fare gol per il titolo di cannoniere. Lui ci trova la soluzione, è lui che aiuta noi e non il contrario”.

Sull’apporto del pubblico “Ci sono stati vicini per tutta la gara, bisogna vincere le gare di volta in volta. Dobbiamo essere disposti a tutto, a distruggerci sul campo per quel risultato lì. Disposti a tutto.

Marocchi ha chiesto a Dionisi di battere il Napoli “Marocchi può fare quel che vuole, noi si va per la nostra strada”.