Spalletti: “Clima del Maradona? Se riaccade vado via”

L'allenatore del Napoli, Luciano Spalletti, è intervenuto in conferenza stampa dopo la sconfitta contro il Milan in Champions League.

Articolo di Redazione SDS13/04/2023

©️ “SPALLETTI” – FOTO MOSCA

L’allenatore del Napoli, Luciano Spalletti, è intervenuto in conferenza stampa dopo la sconfitta contro il Milan in Champions League. Di seguito, le sue parole:

“Io non ho rimpianti stasera, devo prendere atto dalle partite quello che succede, e lavorare su cosa è successo, senza portarmi dietro gli episodi perché servono solo a sporcare il modo di ragionare ed il lavoro che bisogna fare nella prossima partita. Io dico soltanto che abbiamo avuto l’atteggiamento giusto, ho fatto i complimenti non ai ragazzi ma ai miei professionisti: sono eccezionali, e questo è l’atteggiamento corretto per giocarsi le partite. Poi gli episodi a volte ti vanno contro o ti danno ragione, non facciamoci sangue marcio sul dettaglio che ti ha giocato contro durante la gara, non ci si può mettere più le mani e ci si innervosisce e si porta a parlare meno di ciò che servirà nella prossima partita.”

Sul ritorno allo stadio Maradona

“Il clima in cui abbiamo giocato la partita in casa è una roba che io non riuscirò mai a darmene una spiegazione, è una roba incredibile. Si viene qui, lo stadio lo avete sentito come era stasera? Si gioca in casa e ci si contesta fra di noi e si sentono solo mille tifosi del Milan e non si sente il nostro stadio, che si chiama Diego Armando Maradona, che non sostiene la squadra, è una roba incredibile. Se alla partita di ritorno succede lo stesso, mi alzo dalla panchina e vado a casa. Per la sensibilità dei miei ragazzi, perché io ho una squadra di professionisti, ma che sono sensibili a queste cose. È assurdo prendere la squadra in ostaggio”.

Riguardo Osimhen

“Probabilmente una punta di ruolo avrebbe avuto più possibilità, ma Elmas ha contributo a non far mai iniziare l’azione in maniera corretta: ha sporcato ogni costruzione loro, hanno dovuto alzare spesso la pallata che diventa una fase di nessuno quando il pallone è per aria. Chi riesce a pulirla, si diverte di più. Noi non abbiamo nessun rammarico, mi aspettavo giocassero una partita così e questo è importante per quanto riguarda la prossima, al di là di chi ci sarà. Osimhen? 100% di possibilità che ci sia al ritorno, tenerlo fuori stasera e non rischiarlo nemmeno sabato probabilmente ci permetterà di completare il lavoro costruito dai medici: poi può succede di tutto”.

Guarda anche: