fbpx

Sconcerti: “A Napoli comanda una sola persona, ed è il presidente; situazione poco vivibile”

Sconcerti: “A Napoli comanda una sola persona, ed è il presidente; situazione poco vivibile”

© “SPALLETTI E DE LAURENTIIS” – FOTO MOSCA

Mario Sconcerti, A TMW Radio, si sofferma sugli ultimi giorni che sta vivendo il Napoli prima di chiudere un campionato che, molto probabilmente, non lascia solo il rimpianto scudetto, ma qualcosa in più.

Un commento sulle parole di Spalletti e sulla situazione Napoli? 
È un brutto clima ed è una brutta storia. È uno Spalletti che adesso ha voglia di rivincita e voglia di discussione. Io non so quanto la stampa rappresenti Napoli in questo momento, se lo fa anche in piccola parte è una situazione poco vivibile. Non sarà facile andare avanti in questa situazione. Bisogna vedere quanto rappresenta la città la stampa, è molto strano comunque che la stampa non sia in linea con la città. Questa voglia di discussione è molto forte.

Mi dispiace perchè io pensavo che fosse diciamo un male curabile ma se è così la situazione è davvero difficile anche perchè per tre mesi non ci saranno partite, perciò non ci sono risultati per cancellare le polemiche. Non parlerei troppo e solamente di stampa perché questa interpreta le voci e la situazione che sente. Quando due categorie che lavorano tutti i giorni insieme arrivano a questo punto significano che non si rispettano più“. 

Per la situazione Napoli pensi che un presidente possa pensare a una soluzione drastica?
Allora non credo che De Laurentiis possa mandare via Spalletti perché non va d’accordo con la stampa. La cosa che mi fa pensare è che se si è arrivati a questo punto diciamo che tutto ciò è stato favorito da tutto l’ambiente. Mi sembra che sia una situazione molto aperta, che comunque è una novità importante, bisognerebbe capire che comunque a vincere è una sola e non devono cambiare tutte le altre allenatore. Bisogna capire fino a dove il presidente abbia voluto arrivare a questo clima e quanto questo gli sia sfuggito male. A Napoli oramai si sa comanda una sola persona ed è il presidente. Va detto anche che se De Laurentiis parte all’attacco come è partito ha una soluzione“. 

Leave a Reply

Your email address will not be published.