Lobotka, il ct della Slovacchia: “Spalletti l’artefice della sua crescita”

Calzona, ct della Slovacchia, ha rilasciato alcune dichiarazioni su Lobotka, elogiando il tecnico del Napoli Luciano Spalletti.

Articolo di Redazione SDS14/10/2022

[cmsmasters_row data_shortcode_id=”vhebbplthh” data_padding_bottom_mobile_v=”0″ data_padding_top_mobile_v=”0″ data_padding_bottom_mobile_h=”0″ data_padding_top_mobile_h=”0″ data_padding_bottom_tablet=”0″ data_padding_top_tablet=”0″ data_padding_bottom_laptop=”0″ data_padding_top_laptop=”0″ data_padding_bottom_large=”0″ data_padding_top_large=”0″ data_padding_bottom=”50″ data_padding_top=”0″ data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_bg_size=”cover” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_position=”top center” data_color=”default” data_bot_style=”default” data_top_style=”default” data_padding_right=”3″ data_padding_left=”3″ data_width=”boxed”][cmsmasters_column data_width=”1/1″ data_shortcode_id=”vohqudr24″ data_animation_delay=”0″ data_border_style=”default” data_bg_size=”cover” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_position=”top center”][cmsmasters_text shortcode_id=”rln0mm5fk” animation_delay=”0″]

© “LOBOTKA” – FOTO MOSCA

Francesco Calzona, ex vice di Maurizio Sarri e Luciano Spalletti ed attualmente commissario tecnico della Slovacchia, ha parlato ai microfoni di Radio Crc, nel corso della trasmissione “Si Gonfia La Rete”, elogiando il centrocampista del Napoli Stanislav Lobotka, faro della squadra azzurra e della nazionale slovacca.

Lobotka è un giocatore importante anche per la Nazionale, è venuto con tanta umiltà e ha fatto quello che gli ho chiesto. I meriti sono della società che ci hanno creduto nonostante un inizio non felice, ma soprattutto del mister che gli ha dato fiducia dal primo momento.

Non ho parlato con lui dell’anno scorso, sicuramente l’anno passato c’erano le condizioni ideali perché lui facesse bene. Spalletti è stato l’artefice di tutto questo, ma non abbiamo parlato dei suoi problemi iniziali.

Spalletti lavora allo stesso modo, la squadra è più giovane e tanti ragazzi si vogliono mettere in evidenza. Ci sono più ricambi e c’è un clima ideale, ma il mister ha lavorato molto bene l’anno scorso visto che non è facile stare tutto l’anno nei primi quattro. Sento parlare di fallimento ma in Italia non è facile arrivare secondi o terzi”.

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row]