Tacchinardi: “La Juve è tornata, il Napoli ha paura”

Alessio Tacchinardi, ex calciatore, ha parlato della rimonta della Juventus e del possibile testa a testa con il Napoli.

Articolo di Redazione SDS15/11/2022

Alessio Tacchinardi, ex calciatore, è intervenuto ai microfoni di TMW Radio ed ha parlato della rimonta della Juventus e del possibile testa a testa con il Napoli.

Sulla rimonta della Juventus

 “Penso che sia stata una stagione fallimentare fino a un mese fa. Una squadra così non può aver fatto solo tre punti in Champions e le colpe ci sono. Nell’ultimo mese e mezzo è bastata qualche scelta come Bremer centrale nella difesa a tre e soprattutto una intensità maggiore che l’ha resa più solida. La Juve non correva, era svuotata, non si vede il calcio champagne come il Napoli ma si vede una squadra dietro con una difesa solida e che corre. Era la Juve dei primi tre mesi che non si poteva vedere. Non è accettabile una Champions con tre punti nel girone, ha preso legnate a destra e sinistra, senza un’idea. Sono bastate poche cose per rimettere a posto la situazione”. 

Situazione infortuni

“Se gli infortunati sono figli di questa preparazione sbagliata? Certo che sì. La Juve sgonfia dei primi tre mesi è evidente. Alla Juventus le pa**e le devi tirare fuori dal primo momento, non nel finale della sfida col Benfica, quando sono entrati i giovani. Se la Juve non fa disastri può giocarsela col Napoli. Non vedo altre rose così all’altezza. Tranne il Napoli non vedo altri super-squadroni”.

Riguardo un possibile duello con il Napoli

La Juventus fa paura al Napoli? Secondo me sì. Perché se rientrano tutti e ha voglia di mordere l’erba può farlo. Se si centra il Napoli deve avere paura, ma credo che il Napoli sia comunque forte in ogni reparto”.