Caressa: “Osimhen è un leone, Zielinski migliorato”

Al termine della 15esima giornata di campionato, Caressa ha stilato la sua top 11 con i migliori calciatori del weekend: ci sono due azzurri.

Articolo di Redazione SDS15/11/2022

Domenica si è conclusa la quindicesima giornata di Serie A con il successo della Juventus contro la Lazio. Come di consueto, al termine di ogni turno di campionato, Fabio Caressa ha stilato la sua top 11 con i migliori calciatori del weekend. Nella formazione ideale, il telecronista di Sky Sport ha inserito ben due calciatori del Napoli: Zielinski e Osimhen.

Indice dei contenuti

Su Zielinski

“Zielinski è addirittura migliorato vicino al Mondiale, mentre altri hanno un po’ peggiorato il rendimento, penso a Milinković-Savić nelle ultime due gare per esempio: prima la squalifica, poi due gare in cui mi è sembrato tornare a giocare un po’ con le infradito come dico io e non dico solo per il pallone che ha perso con la Juventus, lo vedi quando un giocatore sta un po’ più attento. Adesso se ti fai male, guardate il povero Dragowski, non c’è più tempo per recuperare, quindi è anche logico che i giocatori stiano attenti. Diciamo che qualcuno, non nel campionato italiano, ha cominciato a pensarci un po’ troppo presto secondo me… non è un caso per esempio che il Manchester City abbia perso l’ultima partita e io l’ho vista, non è che non si sia impegnato però c’è sempre quel centimetro in meno. Pensate che se non sbaglio sono 16 i giocatori del Manchester che vanno al Mondiale e ovvio che a una settimana dal kick off in Qatar qualcuno sia indeciso negli interventi, Zielinski no. Il polacco secondo me è andato in crescendo e non è un caso che stia segnando una buona continuità, ha pensato di preparare al meglio la sua nuova avventura con la nazionale giocando meglio possibile con la sua squadra e quindi anche lui va tra i centrocampisti della nostra top 11″.

Riguardo Osimhen

Osimhen? ‘O Lione! Ma avete visto che a un certo punto c’è un rinvio di un difensore dell’Udinese? Lui non si protegge, è andato a faccia avanti su uno che aveva tirato una cannonata senza neanche mettere le braccia. Ma che coraggio ha questo ragazzo? Io raramente ho visto un giocatore così coraggioso, proprio fisicamente coraggioso… io lo dico ormai da tempo: dove va lui con la testa a colpire, altri non metterebbero nemmeno la gamba per paura di farsi male! Non ha paura di niente, lo hanno stimolato quando era fuori perché gli altri hanno segnato e da quando è tornato lo ha fatto a raffica. Certo, sfrutta il gioco del Napoli, ma il Napoli anche sfrutta le sue caratteristiche e la sua grande capacità”.