fbpx

Bagni: “Spalletti è consapevole che abbiamo perso una grande occasione”

Salvatore Bagni

L’ex centrocampista del Napoli, Salvatore Bagni, ha espresso le proprie considerazioni sulla stagione degli azzurri in un’intervista per “Si gonfia la Rete”:

Sulle parole di Spalletti in conferenza:

“È giusto che non gli piacciano i fischi, perché sa che in cuor suo che abbiamo perso una grande occasione. Ognuno difende il proprio lavoro, poi la gente è attenta e valuta. Tutto ciò significa che la gente sta pensando quello che pensano tutti gli addetti ai lavori: è stato un anno discreto ma si poteva fare molto di più. In certi momenti bisogna accettare le critiche, valutare certe situazioni. Io penso che lo facciano, ma non in pubblico, ma ci sta. Siamo delusi, punto.

Poi costruirà il suo gioco attraverso la fisicità, vedremo se andrà così per il verso giusto. La fisicità di Anguissa? Io capisco, va tutto benissimo. Quando è in condizione è utilissimo, ma quella rosa è fatta di giocatori hanno un’altezza relativa che hanno un modo di giocare diverso. Poi saranno alti e potrebbero non essere così rapidi. O si va da una parte o dall’altra. La fisicità l’hai avuta con Petagna, o fisicità e rapidità con Osimhen. Io gli esterni li preferisco come Politano e Insigne“.

Il messaggio per Spalletti:

“Vorrei dire a Spalletti una cosa: ha messo la Juve prima di noi l’anno scorso, ma forse dimentica che le abbiamo regalato il quarto posto. Anche l’anno scorso doveva essere dietro di noi. È giusto difendere il proprio lavoro, ma la realtà è un’altra. Non bisogna accentuare i propri meriti quando non sono stati totali. Questo è il mio pensiero”.

Su Tameze:

“Un ottimo giocatore, perché ha fisicità e tecnica ma farebbe la riserva qua. Rimarrà un centrocampo a due se resta Spalletti”.

Leave a Reply

Your email address will not be published.