Salernitana: Colantuono, il sergente di ferro che potrebbe diventare un condottiero

Colantuono non è un mago, ma è un uomo pragmatico. Sa come navigare in acque burrascose e sa come tirare fuori il meglio dai suoi uomini.

colantuono, salernitanafoto Mosca
Articolo di Giovanni Santaniello18/03/2024

Stefano Colantuono, il “sergente di ferro” che torna alla guida della Salernitana per la terza volta. Un uomo di calcio, un condottiero, un motivatore nato. Forse, proprio lui, l’allenatore che la Salernitana non si aspettava, ma di cui aveva bisogno.

Con la stagione ormai compromessa, l’obiettivo di Colantuono è chiaro: salvaguardare la dignità sportiva di una squadra allo sbando. Niente voli pindarici, niente proclami roboanti. Solo lavoro, disciplina e sudore.

Nuove regole, rigore e valorizzazione dei giovani

Ecco i capisaldi del Colantuono-ter. In campo si correrà e si lotterà, non ci saranno sconti per nessuno. E finalmente, spazio ai ragazzi della Primavera, che avranno la possibilità di mettersi in mostra in prima squadra.

Un amore viscerale per la Salernitana

Colantuono ha già dimostrato in passato il suo attaccamento alla maglia granata. Nel 2018 rinunciò a un contratto oneroso per motivi familiari, e nel 2021 accettò la sfida di una Salernitana in ginocchio, conducendola alla salvezza. Non era obbligato a tornare, eppure ha detto di sìUn gesto di grande generosità e senso di appartenenza. Un uomo che non si tira indietro di fronte alle difficoltà, anzi, le affronta a testa alta.

Colantuono non è un mago, ma è un uomo pratico e pragmatico

Sa come si fa a navigare in acque burrascose e sa come tirare fuori il meglio dai suoi giocatori. Non ci sono bacchette magiche, ma solo tanta, tanta fatica.

E se, per una volta, il destino avesse deciso di giocare a favore della Salernitana? E se Colantuono, il “sergente di ferro”, si rivelasse un condottiero inaspettato per la rinascita di una squadra ormai allo sbando?

Un forte in bocca al lupo a te, e a tutta la Salernitana

La Salernitana ha bisogno di te, della tua grinta e del tuo entusiasmo. E chissà, magari, questa volta, la favola avrà un finale meno amaro.

P.S. Caro presidente Iervolino, continui ad affidarsi a gente di calcio come Colantuono. Sono loro la vera ricchezza della Salernitana.

Tongya

Franco Tongya: un talento emergente che approda alla Salernitana

Con l'ingaggio di Tongya, Petrachi ha dovuto affinare le sue doti di talent scout, trasformando...

Zielinski, Inter

Inzaghi si gode già Zielinski: “Nessuno come lui negli ultimi anni”

Simone Inzaghi, dopo aver prolungato il contratto con l'Inter, in conferenza stampa ha speso parole...

Salernitana, Dia

Salernitana, Odissea Dia: rinviata l’udienza davanti al Collegio Arbitrale

E' un'autentica Odissea, quella in atto tra Boulaye Dia e la Salernitana: sarebbe stata rinviata...

Salernitana

Salernitana-Cittadella, Michelini: “Sarà una partita difficile, vengono dalla Serie A”

Mauro Michelini, amministratore delegato del Cittadella, ha commentato la sfida contro la Salernitana del 17 agosto...