fbpx

Doping, un altro ex calciatore confessa

Doping, un altro ex calciatore confessa

Nel corso di un’intervista per “Repubblica”, l’ex calciatore Antonio Di Gennaro, ha parlato delle tante morti premature di alcuni suoi compagni o avversari per sostanze e farmaci che venivano utilizzate:

“Il Micoren l’ho preso direttamente in campo. Era il 10 aprile 1977, il mio esordio in Serie A con la Fiorentina, contro la Juventus, a neanche 19 anni. Ero emozionatissimo. Dopo venti minuti si fermò il gioco per un fallo e il massaggiatore venne a darmelo.

Ho giocato in una squadra segnata dalle morti premature di tanti giocatori degli anni 70: Beatrice, Saltutti, Longoni, Ferrante, Mattolini. Un elenco impressionante. Ricordo perfettamente che alla Fiorentina prendevo l’Epargriseovit. Ricordo che mi davano l’Argotone, le gocce che si mettono nel naso, ma mi avvertivano di prenderle entro il giovedì perché altrimenti la domenica sarei potuto risultare positivo.

Paura per la mia salute? No. Cerco di essere razionale, anche in un momento di forte emotività per la scomparsa di Mihajlovic e di Vialli. So che non è facile avere risposte, certezze, rassicurazioni. Le chiedo ai medici. Perché, oggi come allora, io mi fido”.

Leggi anche:

Leave a Reply

Your email address will not be published.